Vignola / Botte tra inquilini, arrivano i carabinieri: un uomo in ospedale

Irruzione in casa per bloccare la violenta lite. I pompieri sfondano la porta dell’abitazione.

Violenta lite a Vignola all’interno di un condominio. Il diverbio avrebbe coinvolto due residenti (non è chiaro se coinquilini) che, dalle parole, sono passati ‘alle mani’. I motivi della discussione non sono noti: quel che è certo è che uno dei due ‘rivali’ ha riportato lesioni ed è stato soccorso dai sanitari del 118 dopo – pare – essere stato colpito con un oggetto e trasportato in ospedale. Sul posto sono accorsi i carabinieiri, chiamati da altri residenti che subito hanno dato l’allarme.

——

Controlli dei Carabinieri alla Sacca e sulla Nonantolana. Una persona denunciata per guida in stato di ebrezza e una espulsa dal territorio dello Stato.

Ieri notte, i Carabinieri della Compagnia di Modena hanno effettuato una serie di controlli nella zona della Sacca e sulla Nonantolana, volti a prevenire e contrastare la commissione di reati di strada e predatori, tra i quali anche lo spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso di tali attività, intorno all’una, è stato intimato l’alt a un’autovettura notata in transito, con andamento incerto, lungo la Via Nonantolana. Il controllo con l’etilometro ha confermato che il conducente, un 43enne, stava guidando sotto l’influenza dell’alcool. La persona è stata denunciata alla Procura della Repubblica di Modena per guida in stato di ebrezza e nei suoi confronti è stata applicata la sanzione accessoria del ritiro della patente di guida per la sospensione. La stessa pattuglia, alle tre di notte, ha proceduto al controllo di una persona sospetta, constatando la sua irregolarità sul territorio nazionale. Il 26enne straniero, già raggiunto da provvedimento di espulsione dal territorio dello Stato emesso nel 2020, verrà accompagnato in giornata, dai carabinieri del Comando Compagnia di Modena, presso un Centro per il Rimpatrio.

——

Modena. Ruba abbigliamento due volte in pochi giorni. Arrestato dai Carabinieri.

I Carabinieri della Nucleo Radiomobile della Compagnia di Modena, nel pomeriggio di ieri, hanno tratto in arresto una persona per tentato furto aggravato.
Il giovane, con la stessa tecnica utilizzata il 5 agosto scorso presso un negozio di Carpi, questa volta ha fatto accesso in un centro commerciale di Modena tentando di asportare altri capi di abbigliamento, per un valore complessivo di 253 euro. Anche in questo caso, il personale addetto alla vigilanza, che aveva notato l’azione dell’uomo, ha allertato i Carabinieri i quali sono tempestivamente intervenuti traendo in arresto il 26enne. Nel precedente fatto, aveva tentato di asportare indumenti per un valore di oltre 200 Euro, venendo tratto in arresto dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Carpi.
Anche in quest’ultimo caso, la refurtiva è stata interamente recuperata e restituita. Nella mattinata è stato condotto presso il Tribunale di Modena per l’udienza con rito direttissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.