Dal Consiglio Comunale / “Valorizzare la storia della comunità ebraica”, ok odg

Approvato all’unanimità dal Consiglio comunale il documento presentato da Federica Di Padova (Pd), in occasione della Giornata europea della cultura ebraica.

Far conoscere e valorizzare la storia della comunità ebraica di Modena, che è antica e radicata nel tessuto sociale e storico della città, attraverso i luoghi, le biografie significative e le tracce presenti ancora oggi. È l’invito contenuto nell’ordine del giorno presentato in Consiglio comunale da Federica Di Padova (Pd) nella seduta di giovedì 15 settembre, in occasione della Giornata europea della cultura ebraica (che cadeva domenica 18 settembre), e approvato all’unanimità dall’assemblea.

Nel presentare il documento, la consigliera Di Padova ha sottolineato la presenza stabile a Modena, fin dal medio evo, di una comunità ebraica numerosa e attiva, “che divenne un’importante protagonista del tessuto lavorativo, commerciale e culturale della città, vivendo momenti luminosi e altri decisamente bui. Quello che è accaduto nel Novecento ha segnato una cesura drammatica anche a Modena, dove però c’è ancora una comunità viva, la cui storia e memoria devono diventare patrimonio della città, in un’ottica di riscoperta del nostro passato e di riflessione collettiva”.

L’ordine del giorno invita dunque l’amministrazione, a continuare a mettere in campo tutte le azioni necessarie a far conoscere la secolare storia della Comunità ebraica di Modena testimoniata anche dalla Sinagoga che affaccia su piazza Mazzini, una delle aree di maggiore interesse storico e architettonico della città, “in un’ottica di valorizzazione storico-culturale e di dialogo tra le religioni”, anche attraverso itinerari storico-culturali in collaborazione con enti, associazioni e il Comitato per la storia e la memoria del Novecento e coinvolgendo anche altri enti e musei dell’Emilia Romagna e in Italia per promuovere trekking urbani, eventi e momenti di approfondimento dedicati alla riscoperta della Modena ebraica.

Intervenendo prima del voto, Irene Guadagnini (Pd) ha ribadito l’importanza di “ragionare non solo sulla storia del Novecento ma anche sulle diverse radici della nostra città e la cultura ebraica è una delle componenti importanti di questa storia, forse tra le meno conosciute e studiate e che merita di avere maggiore luce”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.