Italiani Juniores, Ferrari conquista il primo tricolore estivo per la Fratellanza

E’ Sandra Milena Ferrari a regalare il primo titolo italiano estivo in pista per la Fratellanza. La giovane atleta reggiana riscatta, se così si può dire, l’argento invernale sui 60 ostacoli e conquista il tricolore sui 100 in una giornata che ha visto anche Alessandro Pasquinucci guidare fino agli ultimi 200 metri la gara dei 3000 per poi chiudere quarto.

Ferrari vola verso l’oro

Il primo acuto della stagione estiva per la Fratellanza lo regala Sandra Milena Ferrari che supera con il brivido la batteria dei 100 ostacoli e poi si impone con grandissima forza e autorità in finale. La velocista gialloblù, arrivata a questo appuntamento forte del miglior crono al pari di Chiara Minotti dell’Atletica Bergamo 1959, era inserita nella seconda serie in cui ha impattato sul primo ostacolo, ma è riuscita a limitare i disagi ritrovando subito il passo e regolando la concorrenza in 14”33. Perfetta, invece, dall’inizio alla fine la finale che l’ha vista scattare subito davanti a tutte e mantenere il vantaggio barriera dopo barriera fino a concludere con un 13”83 che rappresenterebbe il nuovo personale ed anche il minimo per i Mondiali di categoria. Tempo, però, che potrà valere solo ai fini di questo successo a causa del vento leggermente oltre il limite consentito con un +2,3.

Pasquinucci quarto nei 3000

Si presentava al via con il miglior accredito e per tutta la gara, di fatto, ha rispettato i pronostici Alessandro Pasquinucci dettando il ritmo dei 3000 metri piani e scalfendo la resistenza degli avversari giro dopo giro. Il mezzofondista modenese, però, si è presentato alla campana degli ultimi 400 metri con ancora tre rivali che lo braccavano e non è riuscito a dare il cambio di passo ulteriore per fare la differenza. Nei 200 finali, quindi, i rivali hanno lanciato la lunga volata che ha visto Pasquinucci soccombere e chiudere proprio ai piedi del podio con il tempo di 8’27”28 contro 8’22”84 del vincitore.

Le altre gare

Ad inaugurare la giornata di sabato per i colori gialloblù era stata in precedenza Silvia Scaltriti protagonista nel lancio del giavellotto di un ottimo settimo posto. La modenese, classe 2004 e dunque al primo anno di categoria, ha vinto il suo raggruppamento con il nuovo primato personale di 38,44 metri. Misura che poi non è stata migliorata nei tre lanci finali, ma che le è valsa comunque un bellissimo settimo posto finale.

Sempre in tema di lanci, poi, decisamente meno entusiasmante ieri la gara del lancio del martello per Arianna Cavicchioli che ha chiuso senza alcun lancio valido. Ventesimo posto, infine, per Giulia Bertacchini sugli 800 metri con un tempo di 2’19”14 che è lontano dalle sue migliori prestazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.