Baby rapinatori dei centri massaggi incastrati dalle telecamere

Quattro centri nel mirino tra Reggio Emilia e Modena: ecco come agiva la banda e cosa rubava

Sono accusati di aver rapinato quattro centri massaggi cinesi, uno a Reggio Emilia e tre a Modena, tra il 6 e il 31 maggio scorso: così tre minorenni sono finiti nei guai, denunciati alla Procura del Tribunale dei Minori di Bologna.

Ecco come agivano: uno prendeva appuntamento come cliente e poi si presentava assieme agli altri due complici. Una volta entrati, aggredivano e minacciavano (in uno dei quattro episodi ricostruiti dagli inquirenti, puntando anche un coltello alla gola) le titolari per poi derubarle di denaro contante, collanine d’oro, borse e telefonini.

Ma sono stati incastrati dalle telecamere di videosorveglianza fuori dal centro massaggi di Reggio Emilia. Gli agenti della squadra mobile durante la perquisizione domiciliare hanno trovato gli abiti indossati durante la rapina e uno dei tre ha infine confessato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.