Rivetti: “Scuola calcio e giovanili saranno la nostra base”. Dall’Omo: “Curiamo i valori dello sport” (video)

Parla il responsabile dell’accademia Modena: “E’ fondamentale far crescere il bambino e permettere di avere una vita sana in un ambiente tranquillo dove possono fare sport, divertirsi e indossare la maglia del Modena. Sono sicuro che nella nostra Accademia ci sono tutti questi presupposti”. Sabato open day a Saliceta

I giovani rappresentano una componente fondamentale per una società di calcio, sono il futuro e il nuovo Modena della famiglia Rivetti vuole porre le basi puntando molto sul vivaio. Si rinnova, quindi, per il quinto anno, la collaborazione con l’Accademia Modena, e in questa ottica è stato riconfermato alla guida Fabio Dall’Omo, che in conferenza ha così presentato i progetti del vivaio gialloblù: “Al momento abbiamo 260 iscritti su 300 – spiega – ma la richiesta è decisamente superiore. Stiamo avendo ottimi risultati e stiamo lavorando ogni giorno per farci trovare pronti. L’attività è iniziata questa settimana con i più grandi, mentre sabato è previsto l’open day a Saliceta per i 2012 e 2013 ed infine il 4 settembre quello per i più piccolini degli anni che vanno dal 2014 al 2017. E’ fondamentale far crescere il bambino e permettere di avere una vita sana in un ambiente tranquillo dove possono fare sport, divertirsi e indossare la maglia del Modena. Sono sicuro che nella nostra Accademia ci sono tutti questi presupposti. Siamo molto contenti perché riusciremo a riportare i ragazzi al campo in un ambiente sano, pulito e in cui ci sono alti valori dello sport che noi dovremo essere bravi a trasmettere in quanto saranno la base per la loro crescita futura”.A questo proposito devo ringraziare la famiglia Rivetti, che crede nel nostro progetto e ci offre un supporto enorme per andare avanti. Oltre a loro, un grazie va rivolto anche a tutte le persone e ai volontari dell’Accademia senza i quali sarebbe tutto più complicato se non impossibile”.

Regole chiare per chi partecipa all’attività dell’Accademia, sia per i ragazzi che per i genitori.”Ai bambini che si iscrivono – afferma dall’Omo – facciamo firmare un contratto da giovane canarino in cui si impegnano ad andare bene a scuola, ad essere rispettosi e ad essere educati. La scuola calcio deve essere una scuola di divertimento e cultura sportiva. Abbiamo un rapporto molto chiaro e sincero con le famiglie. Non si deve litigare con nessuno, nemmeno con gli arbitri e non si discutono le scelte tecniche. Poche regole, ma per noi fondamentali. Chi sgarra, va fuori”.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione l’amministratore del Modena, Matteo Rivetti, ha parlato dell’Accademia Modena 1912 di Fabio Dall’Omo: “Per creare una società forte e solida – ha detto – si parte dalle fondamenta che sono scuola calcio e settore giovanile, come abbiamo sempre detto. La cosa più importante per i ragazzi è tornare sui campi e poter stare insieme dopo un anno e mezzo difficile, insegnare i valori dello sport è decisamente importante”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *