Tesser: “Voglio fiducia, entusiasmo, serenità e spirito di squadra”

Il tecnico del Modena racconta cosa si aspetta dalla sua squadra nel match con la Ternana. “Deve esserci giusta tensione, non paura, il calcio deve essere un piacere”


(Conferenza stampa video)


(Conferenza stampa audio)

Attilio Tesser vuole ritrovare il ‘suo’ Modena contro la Ternana, non tanto e non solo nella prestazione (“contro il Frosinone e a Cosenza l’abbiamo fatta, anche se non siamo stati continui”) ma soprattutto nella grinta, la dfeterminazione e l’attaccamento ai colori che ognuno di quelli che andrà in campo dovrà dimostrare, a lui e al pubblico. Non dà alla partita di sabato l’appellativo di decisiva, ma spiega cosi. ” Sarà una delle tante partite difficili di questo campionato dove ci sono i tre punti in palio, non parlerei di peso specifico particolare. Speravamo di partire meglio, ma dire che è già decisiva mi sembra di parlare di fantaclacio. E’ importante fare punti per la classifica e per il morale, ma siamo solo alla terza di campionato. La partita è importante soprattutto per l’spetto mentale, fare risultato vorrebbe dire ritrovare fiducia e morale.
Tesser è un ex, con la sua Ternana qualche anno fa (2014) fece 3-3 alla Braglia venendo raggiunto all’ultimo secondo. Come vive la vigilia?. “A Terni sono stato bene, abbiamo passato un momento di difficoltà e portare in salvo la squadra nell’anno del mio subentro è stato gratificante. Questo però è il passato, io penso ai tre punti che saranno in palio sabato sera, anche se ringrazio la gente di Terni che mi ha voluto bene”.

Parla delle scelte che farà. “Voi guardate i numeri, io guardo alle prestazioni, quindi dico che per 65 minuti a Cosenza la squadra è stata all’altezza, ottima e per 15 minuti è stata buona. Si è disunita dopo il gol del pareggio e questo non deve accadere. Ma io ritengo che tutti quelli che hanno giocato domenica scorsa meritino una riconferma. Farò delle scelte anche in base alle caratteristiche di gioco dell’avversario, ma chi non sarà della partita dell’inizio non dovrà sentirsi bocciato”.

Sul mercato non si sofferma. “Dovete parlare con il direttore, io dico che il mercato aperto destabilizza un po’, ma vale per tutti, chi ha la fortuna di non avere situazioni di mercato è più tranquillo. Azzi? perdiamo un giocatore peso specifico per quello che ha fatto in un anno e qualche mese, ma noi dobbiamo pensare solo alla prossima partita”.

Sulla Ternana. “Non so che atteggiamento avranno gli umbri contro di noi, so però che è una squadra di spessore, che ha attaccanti forti, di gamba e di tecnica capaci di rubaltare l’azione. Nelle prime due partite hanno giocato in modo diverso, al di là di questo noi siamo preparati alle varie soluzioni, anche per quanto ci riguarda, deve scegliere tra il 4-3-2-1 o il 4-3-1-2. Posso dire che la Ternana è una squadra solida, con giocatori di esperienza, fisica ma anche di qualità, che già lo scorso anno puntava ai play off e che quest’anno vorrà migliorarsi. Ho letto che potrebbero avere qualche assenza, ma la qualità delle fere resta la stessa, perchè la rosa è ampia”.

Cosa vorrebbe vedere e cosa chiede alla sua squadra? “Abbiamo provato alcune cose per trovare i loro punti deboli. Mancheranno Seculi, Pergreffi e il nuovo arrivato Guiebre che è squalificato. Diaw sta bene, mi è piaciuto quando è subentrato a Cosenza. Bonfanti ha fatto un’ottima partita, oltre al gol, ed è pronto per giocare dall’inizio. Deciderò sabato mattina dopo l’ultimo allenamento”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.