In Consiglio ‘Prendiamoci cura’ e il Pip Santa Cateria

Giovedì 14 ottobre si discutono le linee di indirizzo per il welfare del Comune e l’accordo di programma per le aree produttive. I lavori si possono seguire in streaming

Giovedì 14 ottobre le Linee di indirizzo per il welfare del Comune di Modena 2021-2024 saranno al centro della seduta del Consiglio comunale chiamato a votare il documento “Prendiamoci Cura”. Anziani e non autosufficienza, come cambia l’assistenza residenziale e domiciliare anche alla luce della pandemia; la povertà, il reddito di cittadinanza, i problemi abitativi e l’importanza di aumentare l’offerta per offrire soluzioni stabili o temporanee; famiglie, minori e la sfida educativa; immigrazione e ruolo del Terzo settore sono i principali temi affrontati nel documento che intende delineare strategie e linee d’azione delle Politiche sociali per i prossimi anni con un welfare centrale per la città del futuro ed elemento caratterizzante il nuovo Pug.

All’ordine dei lavori del Consiglio anche il via libera alla proposta di accordo di programma tra Comune, Consorzio attività produttive e Provincia di Modena per il Piano di insediamenti aree produttive Pip Santa Caterina, in variante agli strumenti urbanistici.

L’assemblea è convocata nell’aula consiliare, come di consueto nel rispetto delle disposizioni sanitarie contro la diffusione del Coronavirus, ma con la possibilità per i consiglieri di partecipare alle attività pure da remoto, collegandosi in teleconferenza. I cittadini possono seguire in diretta streaming i lavori connettendosi al sito istituzionale dell’ente (www.comune.modena.it/il-governo-della-citta).

La seduta inizia alle 15 direttamente con l’appello per proseguire con le comunicazioni e la trattazione delle due delibere.

Il Consiglio ha in programma anche la discussione di alcuni ordini del giorno su diversi temi: la carta dei diritti dei lavoratori e delle lavoratrici della cultura e della spettacolo a Modena (Sinistra per Modena, Pd e Modena civica), il sostegno e la solidarietà alla popolazione cubana (Forza Italia), la solidarietà di Modena alla popolazione dell’Afghanistan e l’impegno del Comune per i richiedenti asilo (Pd, Sinistra per Modena, Europa Verde-Verdi e Modena civica), l’intitolazione di uno spazio o di un bene pubblico a Gino Strada e Teresa Sarti (Movimento 5 stelle, Pd, Europa verde-Verdi, Modena civica), l’adozione di azioni urgenti per contrastare il lavoro nero (Europa verde-Verdi, Sinistra per Modena).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.