I Carabinieri festeggiano la ‘Virgo Fidelis’, patrona dell’arma

Oggi il Comando Provinciale Carabinieri di Modena ha celebrato la “Virgo Fidelis”, Patrona dell’Arma, l’’80° anniversario della Battaglia di Culqualber e della ‘Giornata dell’Orfano’.
La Santa Messa, dedicata alla Celeste Patrona, ha avuto luogo presso la Chiesa di S. Agostino, officiata dal Vicario Generale della Diocesi di Modena e Nonantola, Monsignor Giuliano Gazzetti.
 
Il Comandante Provinciale di Modena Colonnello Antonio Caterino, alla presenza dei Comandanti di Compagnie e Stazioni, ha ricevuto il Comandante dell’Accademia Militare, Generale di Brigata Davide Scalabrin, il Vice Comandante dell’Accademia Militare, Colonnello Roberto Angrisani, e il quadro permanente con la preziosa rappresentanza degli Allievi Ufficiali dei Carabinieri, che frequentano i Corsi 202 “Onore” e 203 “Lealtà”.

Nell’Arma, il culto alla “Virgo Fidelis” iniziò subito dopo l’ultimo conflitto mondiale per iniziativa di Monsignor Carlo Alberto Ferrero di Cavallerleone, Ordinario Militare d’Italia, e di Padre Apolloni S.J., Cappellano Militare Capo. La scelta della Madonna “Virgo Fidelis”, come Patrona dell’Arma, è ispirata alla Fedeltà che, propria di ogni soldato votato alla Patria, ispira la missione dell’Arma, come emblematicamente riporta il motto “NEI SECOLI FEDELE”. L’icona di S. Maria “Virgo Fidelis”, nel basso-rilievo in gesso dorato custodito presso la cappella del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri di Roma, coglie il mistero dell’Annunciazione: il “Si” della Vergine alla Volontà di Dio rappresenta un momento umile, senza riserve e di assoluta Fedeltà.
L’8 dicembre 1949, Pio XII proclamava ufficialmente Maria “Virgo Fidelis” Patrona dei Carabinieri, fissando la celebrazione in concomitanza con la presentazione di Maria Vergine al Tempio e con la ricorrenza della battaglia di Culqualber; battaglia nella quale l’eroismo di un gruppo di 210 Carabinieri del primo Battaglione Carabinieri e Zaptié Mobilitato si sacrificò per proteggere un caposaldo da ripetuti attacchi nemici, tanto da far riconoscere all’Arma la seconda Medaglia d’Oro al Valor Militare.
Anche quest’anno si è celebrata la “Giornata dell’Orfano”, importante momento di vicinanza alle Famiglie di militari caduti nell’adempimento del dovere.

In occasione della celebrazione, è stato esposto un quadro con l’Effigie della Solenne Patrona, realizzato da Giancarlo Corrado, Presidente del “Circolo degli Artisti” di Modena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.