Berardi furioso, quasi rissa fuori dal Braglia

Berardi dopo Modena-Sassuolo all’uscita dal Braglia si scaglia contro un tifoso che lo aveva preso di mira. Dopo gli insulti ricevuti durante la gara il bomber del Sassuolo ha perso le staffe e fuori dallo stadio ha cercato di farsi giustizia da solo. per fortuna dopo attimi di tensione la situazione è tornata alla normalità

Il clima in casa Sassuolo non è dei migliori: molti giocatori importanti sono andati via, altri lasceranno la squadra. Questa continua incertezza toglie serenità all’intero ambiente. Tra le uniche certezze dei neroverdi c’è sicuramente il capitano Domenico Berardi, il quale quest’anno indosserà anche la maglia numero 10, simbolo della sua importanza nella storia del club.
Berardi
Domenico Berardi (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Difatti, l’attaccante campione d’Europa, seppur accostato a molte big di Serie A e non solo, non ha mai ceduto alle continue lusinghe e, dunque, si appresta a vivere l’ennesima stagione in maglia neroverde.

Tuttavia, quest’oggi ha perso le staffe anche lui, sintomo che c’è del nervosismo in casa Sassuolo: al termine del match perso contro il Modena, all’uscita dal campo Berardi è stato insultato da un tifoso, l’attaccante ha reagito in prima persona cercando di farsi giustizia da sé.
LEGGI ANCHE: Mercato Napoli: pronto il colpo per il futuro! Arriva dal Lione

Un episodio davvero spiacevole per un professionista come Berardi, il quale amareggiato dal risultato e in preda alla stanchezza ha sicuramento perso lucidità incappando nelle provocazioni del tifoso.

Domenico Berardi in questi minuti ha rotto il silenzio e ha tenuto a scusarsi per quanto successo dopo Modena-Sassuolo. Di seguito, il messaggio apparso su Instagram:

“Ci tengo a scusarmi per quanto successo oggi all’uscita dallo stadio dopo la partita contro il Modena.

Siamo dei professionisti e soprattutto dobbiamo essere degli esempi per i più giovani ed i bambini. Oggi agli occhi di tutti non ho avuto un comportamento tale. Questo perché sono state toccate in
maniera gratuita le cose a me più care come la famiglia, mia moglie e mio figlio fuori dal campo che mi hanno ferito in maniera profonda.

Rinnovo le mie scuse anche al tifoso della squadra avversaria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.