Berardi: “Avrei voluto giocare le Coppe, ma il Sassuolo è la mia famiglia”

Al cuore non si comanda – è vero che negli ultimi tre anni avevo chiesto una squadra che facesse l’Europa, ma non ho trovato la sistemazione giusta e il Sassuolo è stato sempre un richiamo. Se resterò qui a vita? Vedremo, fino al prossimo anno di sicuro”.

Cosa ti ha fatto scegliere ancora il Sassuolo: “Per me è come una grande famiglia. Loro mi hanno coccolato fin da bambino. Al cuore non si comanda”. Che emozione sentire parlare il tuo allenatore di te come IL giocatore del Sassuolo?: “Fa davvero piacere, devo ringraziare lui e questo fantastico gruppo”.

Domenico Berardi. “Ho deciso di rinnovare perchè il Sassuolo è la mia famiglia, volevo andare via per fare le Coppe, ma al cuore non si comanda e ho deciso di rimanere qui. Non potevo fare diversamente, se mi sono legato a vota? Non è detto, ho firmato per 5 anni, per adesso sono qui, vedremo l’anno prossimo. Il mio gol? Lo rivedo e resto senza parole. La palla era alta, era importante colpirla nel modo e nel punto giusto, altrimenti poteva finire in tribuna. I miei compagni mi hanno detto: ma che gol hai fatto?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.