Il Modena contro il Benevento vuole fare un regalo ai suoi tifosi (VIDEO)

Gara prenatalizia per la squadra di Tesser che vuole dimenticare il k.o. di Bari. Nel Modena tre assenti e qualche acciaccato. Molti i dubbi in ogni reparto. Nel Benevento Out gli infortunati Farias, Letizia, Leverbe e Vokic, oltre allo squalificato Koutsoupias. Rientrano, anche se non al meglio, Ciano e La Gumina. In porta da valutare Paleari, che dovrebbe stringere i denti (in caso di forfait è pronto l’ex Manfredini). Probabile la conferma del 4-3-2-1. Nel Modena fuori Poli, Battistella e Piacentini, oltre ad Azzi, infortunato dell’ultima ora.

Ultima al Braglia per il Modena che in casa non vince da due mesi, penultima dell’anno e del girone d’andata. Arriva il Benevento, squadra rilanciata da Cannavaro e dagli ultimi due successi consecutivi, ma oggi la squadra di tesser non può guardare in faccia a nessuno: servono i tre punti per mttersi alle spalle il pesante k.o. di Bari e congedarsi nel modo migliore dal proprio pubblico e da un 2022 da ricordare per la promozione in b, la vittoria in Supercoppa di C. La B, si sapeva, è un’altra cosa, ma anche nel secondo semestre dell’anno la squadra gialloblu qualche bella soddisfazione ha saputo regalarla (vedi le vittorie nei derby di Parma e Ferrara) e comunque ha saputo tenersi in linea di galleggiamento e rispettare quelli che erano gli obiettivi della vigilia.

Qui Benevento – Quel che è appare certo è che il Pallone d’oro sarà costretto a cambiare nuovamente la formazione iniziale. Al Braglia non ci saranno Letizia, Leverbe, Farias e Vokic, assenti a cui è andato ad aggiungersi lo squalificato Koutsoupias. Figurano invece nell’elenco dei convocati sia Ciano che La Gumina, ma chiaramente il loro impiego andrebbe in ogni caso centellinato. Per quanto riguarda la formazione iniziale, non sembra in discussione il modulo di partenza, quel 4-3-2-1 che ha regalato tante certezze nell’ultimo mese, ma resta qualche dubbio sulle pedine da impiegare in alcune zone del campo. In porta Paleari ci sarà, il problema accusato all’intervallo di Benevento-Cittadella può definirsi superato. La collaudata coppia centrale composta da Glik e Capellini sarà affiancata a sinistra da Masciangelo, mentre per la corsia destra nelle ultime ore sono salite notevolmente le quotazioni di El Kaouakibi, che sarebbe alla sua prima da titolare in giallorosso. Sul centrocampo si va verso una conferma totale con Schiattarella in cabina di regia coadiuvato dagli interni Acampora sul centrosinistra e Karic sul centrodestra. La posizione di Improta, che ha svolto la mansione di terzino destro nell’ultima uscita con i veneti, sarà ancora una volta determinante: il partenopeo, in assenza di alternative sulla trequarti, risulta il più papabile tra i potenziali partner di Tello. Se invece dovesse giocare in difesa come l’ultima volta, il ballottaggio per quel ruolo si aprirebbe tra Acampora e Kubica. L’unica punta sarà ancora Francesco Forte, a caccia dell’ennesimo riscatto della sua stagione dopo il rigore fallito domenica scorsa, il secondo errore dagli undici metri di una stagione fin qui non esaltante. 

Qui Modena – La batosta esterna rimediata contro il Bari, con quattro gol al passivo, ha fatto scivolare i canarini all’ultimo posto della classifica che riguarda le difese più perforate. La squadra di Tesser condivide la maglia nera con Cosenza e Como, tutte a quota 27 gol incassati. Gli emiliani non vincono al Braglia da due mesi, dal momento che nelle ultime tre partite casalinghe sono arrivati due pareggi (con Perugia e Venezia) e una sconfitta (contro il Palermo). Finora il campionato è stato comunque in linea con le aspettative di una dirigenza ambiziosa ma consapevole delle difficoltà del salto di categoria. Tesser si aspetta uno scatto d’orgoglio dal suo collettivo e continuerà a percorrere la strada del 4-3-2-1 anche se qualche cambio rispetto alla debacle del San Nicola sarà inevitabile. 
Al centro della difesa si rivedrà Silvestri accanto a Pergreffi, a cui era stato concesso un turno di riposo contro il Bari. Sulla destra Oukhadda favorito nel ballottaggio con Coppolaro, mentre a sinistra Renzetti dovrebbe tornare a giocare dal primo minuto al posto di Azzi. Il dubbio sulla composizione del centrocampo è stato sciolto dallo stesso Tesser, il tecnico ha ammesso che Gargiulo non è ancora pronto per giocare titolare dopo aver riassaporato il campo a distanza di due mesi. Dunque si va verso la conferma sia per Magnino che per Armellino, in una mediana completata da Gerli. Sulla trequarti le iniziative saranno affidate al mancino di Tremolada (in foto), miglior assistman della squadra con 6 passaggi decisivi in stagione, affiancato da Falcinelli. Nel ruolo di punta Diaw è ancora favorito sul giovane Bonfanti. 

Dubbi in ogni reparto per Tesser, a partire dal centrocampo. Uno tra Magnino e Armellino (il mister non ha specificato di chi si tratta) non è al meglio e avrebbe bisogno di rifiatare. La coperta nel reparto mediano è però corta: Gargiulo non è pronto per giocare dal primo minuto e al momento l’unica opzione per il ruolo di mezzala è Duca che resta comunque in lizza per una maglia da titolare. È probabile che alla fine entrambi stringano i denti per affiancare Gerli. In difesa si va verso il rientro di Silvestri al fianco di Pergreffi, mentre sulle fasce dovrebbe toccare nuovamente a Coppolaro e Renzetti. In attacco, Tremolada e Falcinelli agiranno a supporto di uno tra Diaw e Bonfanti:

Probabili formazioni: 

Modena: (4-3-2-1): 26 Gagno; 96 Oukhadda, 15 Silvestri, 4 Pergreffi, 33 Renzetti; 6 Magnino, 16 Gerli, 21 Armellino; 10 Tremolada, 11 Falcinelli; 99 Diaw. A disp. 12 Seculin, 27 Azzi, 5 Cittadini, 57 Coppolaro, 28 De Maio, 3 Ponsi, 7 Duca, 20 Gargiulo, 8 Mosti, 43 Panada, 9 Bonfanti, 17 Marsura. All.: Tesser. 

Indisponibili: Poli, Piacentini, Battistella

Benevento (4-3-2-1): 21 Paleari; 2 El Kaouakibi, 15 Glik, 96 Capellini, 5 Masciangelo; 7 Karic, 27 Schiattarella, 4 Acampora; 16 Improta, 8 Tello; 88 Forte. A disp. 12 Manfredini, 18 Foulon, 58 Pastina, 55 Veseli, 6 Kubica, 28 Ciano, 20 La Gumina, 24 Viviani, 25 Simy. All.: Cannavaro. 

Indisponibili: Leverbe, Letizia, Vokic, Farias, Koutsoupias

Arbitro: Andrea Colombo della sezione di Como

Assistenti: Filippo Meli di Parma e Alessandro Lo Cicero di Brescia

IV Ufficiale: Mattero Gualtieri di Asti

Var: Luca Banti di Livorno, Avar: Francesco Fourneau di Roma 1

Sfida inedita tra Modena e Benevento. Nella loro storia le due squadre non si sono mai affrontate.

Anche oggi il Braglia farà registrare un bel colpo d’occhio. venduti 1729 biglietti di cui 308 ospiti (stop questa sera alle h.19). Oggi ancora possibile acquistare online, ricevitorie e biglietteria stadio aperta dalle 11.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *