La Ghirlandina apre alle visite sette giorni su sette (VIDEO)

Da lunedì 31 ottobre. L’ampliamento degli orari previsto dalla nuova gestione affidata ad Archeosistemi che riguarda anche il Nuovo Diurno e le sale storiche del Palazzo Comunale

Da lunedì 31 ottobre, la Ghirlandina sarà aperta alle visite tutto l’anno, sette giorni su sette, con orario continuato nel fine settimana e nei giorni festivi, e chiusura soltanto il giorno di Natale e la mattina di Capodanno.

L’apertura continuativa della Ghirlandina è una delle maggiori novità della nuova gestione della Torre civica, del Nuovo Diurno e delle sale storiche del Palazzo comunale che il Comune di Modena ha affidato alla cooperativa AR/S Archeosistemi, a seguito di una gara europea, per una durata di tre anni, rinnovabili per ulteriori due. Con l’ampliamento degli orari della Torre al centro del sito Unesco, si arricchisce anche il programma di animazione turistica e culturale che prevede visite guidate giornaliere, visite Combo, aperitivi in torre, visite in lingua e, novità assoluta, anche visite all’alba con colazione tra le mura trecentesche. Tra le nuove proposte anche percorsi e giochi per bambini e performance teatralizzate.

La nuova gestione e le novità della programmazione sono state presentate questa mattina, giovedì 27 ottobre, al Nuovo Diurno di piazza Mazzini, con una conferenza stampa alla quale hanno partecipato Ludovica Carla Ferrari, assessora al Turismo e Promozione della città; Giovanni Bertugli, dirigente del Servizio Promozione della città e turismo; Nicoletta Lusuardi, responsabile dei servizi Beni culturali della cooperativa Archeosistemi.

Come ha sottolineato l’assessora Ferrari, anche il nuovo modello di gestione della Ghirlandina, del Nuovo Diurno, per il quale si sta definendo un programma di iniziative continuative, e delle sale storiche del Palazzo Comunale, “rientra tra le azioni di promozione del territorio modenese che il Comune ha intrapreso già dall’inizio del 2021 per uscire dalla pandemia, puntando molto su campagne innovative e incentrate sulla comunicazione digitale, a partire da “È tempo di Modena” per arrivare ai tour a sorpresa con gli influencer. Abbiamo lavorato per coordinare tutte le attività di informazione, promozione e commercializzazione del territorio con l’obiettivo di recuperare e superare, in termini numerici e di qualità, i flussi turistici che avevamo raggiunto prima della pandemia. E i numeri ci stanno dando ragione”.

Nel periodo tra gennaio e agosto 2022, infatti, gli arrivi in provincia sono saliti del 62 per cento rispetto al 2021, anche se rimane ancora un 8 per cento da recuperare per tornare ai livelli pre-Covid del 2019; nello stesso periodo le presenze sono cresciute del 47 per cento rispetto al 2021, con un gap del 3 per cento rispetto al 2019.

Per quanto riguarda la Ghirlandina, i visitatori tra gennaio e settembre 2022 sono stati oltre 34 mila, pari al 230 per cento in più rispetto al 2021, e al 29 per cento in meno rispetto al 2019. Nel periodo tra aprile e settembre, i turisti stranieri sono stati in media il 28 per cento del totale, con le provenienze maggiori, nell’ordine, da Francia, Spagna, Germania, Gran Bretagna, Stati Uniti.

La Torre civica, con i suoi quasi 90 metri di altezza, si conferma, dunque, tra le mete modenesi più ricercate da visitatori e turisti e l’ampliamento degli orari di apertura anche al lunedì (storicamente l’orario di apertura della Torre era dal martedì alla domenica) arriva anche in risposta a un flusso turistico che è tornato a crescere.

Per agevolare ulteriormente i visitatori che hanno prenotato l’ingresso e la salita attraverso il portale visitmodena.it, con l’anno nuovo sarà introdotta la possibilità di pagare la visita anche con il pos. Ma il nuovo contratto di gestione prevede anche il potenziamento delle aperture straordinarie e degli eventi, il rafforzamento della promozione digitale, la piena interoperabilità organizzativa e gestionale con l’Ufficio di Informazione turistica e con il portale visitmodena.it, oltre alla valorizzazione degli spazi del Nuovo Diurno e lo sviluppo di nuove progettualità di bigliettazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *