Rumeno arrestato per tentato omicidio. Minaccia di uccidere connazionale conosciuta in chat

Si erano conosciuti virtualmente in una chat per single. Lei è una rumena residente a Carpi, lui un connazionale che abita a Misano Adriatico. Avevano deciso di incontrarsi di persona dopo un èeriodo di contatti in chat, ma lui è diventato nervoso, aggressivo e la donna decide di annullare tutto. Così lui prende il treno per Modena, si addormenta e sce3nde a Fiorenzuola e quando torna indietro parla al telefono minacciando di voler uccidere la donna. Viene ascoltato da un minorenne della sua nazionalità: è arrabbiato e al telefono con altre persone conferma di voler uccidere la donna che lo aveva rifiutato. Il ragazzo chiama il 112 e mette in moto le indagini. I carabinieri avvertono la Polfer i cui agenti, non appena il treno si ferma alla stazione di Modena, prendono in consegna il rumeno: addosso aveva un coltello e un altro attrezzo a punta. Gli agenti hanno in seguito raccolto tutte le dichiarazioni – della donna incontrata sulla chat, del giovane che ha dato l’allarme – ma anche la madre ha confermato che il figlio, in passato, aveva già avuto guai con la giustizia in Romania. E’ stato così fermato con l’accusa di tentato omicidio. Per il giudice che ha convalidato l’arresto e che ha disposto la custodia cautelare in carcere è pericoloso e potrebbe tentare di uccidere ancora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *