IN CONSIGLIO 8 INTERROGAZIONI TRA SOCIALE, SCUOLA E SERVIZI

Nella seduta di giovedì 1 luglio anche alcuni ordini del giorno e la surroga di un consigliere del Quartiere 1. I cittadini possono seguire i lavori in streaming

Politiche sociali, scuola e servizi rappresentano alcuni degli argomenti principali della seduta di giovedì 1 luglio del Consiglio comunale di Modena, che assume anche la formula tipica del “question time” dedicata alle interrogazioni; otto, infatti, sono le istanze, incentrate su temi di attualità, a cui la giunta darà risposta. Nell’ordine del giorno anche la surroga di un consigliere del Quartiere 1 e alcune mozioni. I lavori sono convocati nell’aula consiliare, come di consueto nel rispetto delle disposizioni sanitarie contro la diffusione del Coronavirus, ma con la possibilità per i consiglieri di partecipare alle attività anche da remoto, collegandosi in teleconferenza. I cittadini possono seguire in diretta streaming i lavori connettendosi al sito istituzionale dell’ente (www.comune.modena.it/il-governo-della-citta).

La seduta inizia alle 15 direttamente con l’appello, seguito dalla votazione della delibera sulla surroga del consigliere del Quartiere 1 Guglielmo Pezzuoli (Lega Modena), al cui posto è stata nominata Manuela Spaggiari. Quindi è prevista la trattazione delle interrogazioni, a partire da quella incentrata sulle tariffe del Regolamento comunale sulla compartecipazione dei servizi per persone con disabilità (proposta da Forza Italia). Le altre istanze riguardano le azioni a sostegno di chi soffre di disturbi del comportamento alimentare (Pd), i progetti per l’utilizzo dei contributi per l’efficientamento energetico e lo sviluppo sostenibile previsti da “Rigenera Italia” (Movimento 5 stelle), i disservizi in centro storico a causa della scarsa pressione nel servizio di erogazione dell’acqua fornito da Hera (M5s), l’esclusione da parte del Comune di due minori dal nido e dalla scuola d’infanzia (Fratelli d’Italia – Popolo della famiglia), il servizio di trasformazioni edilizie e attività produttive e la digitalizzazione degli atti amministrativi (M5s), la riqualificazione urbana di via Tignale del Garda (Forza Italia) e le celebrazioni per il centenario dell’istituto superiore “Fermo Corni” (Forza Italia).

Infine, l’Assemblea ha in programma la discussione di otto ordini del giorno, a partire dalla mozione dedicata all’interdizione al traffico nei pressi delle scuole per garantire salute e sicurezza agli studenti (presentata da Verdi, Pd, Sinistra per Modena e Modena civica). Le altre mozioni trattano i temi dell’Iva agevolata al 4% per assorbenti e pannolini (due distinti ordini del giorno proposti da Lega Modena e da Pd, Sinistra per Modena, Modena civica e Verdi), l’attivazione di convenzioni e di parcheggi non a pagamento in funzione del posteggio per il centro storico (Lega Modena, Fratelli d’Italia – Popolo della famiglia e Forza Italia), i contributi regionali per il rinnovo del parco veicoli del Comune (M5s), l’apertura di un tavolo tematico sui rifiuti (Modena civica), l’istituzione del garante della terza età (Forza Italia) e la qualità dell’aria e alla salute in relazione ai comportamenti individuali e alla responsabilità pubblica (Pd, Verdi, Modena civica e Movimento 5 stelle).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *