IL PARCO FIORI RECISI “TORNA” ALLA CITTÀ GRAZIE AI VOLONTARI

Durante la cerimonia nell’area verde di via Ravel sono stati premiate le 14 persone che hanno ripristinato le panchine ed è stata scoperta una targa di ringraziamento

L’attività dei volontari che hanno ripristinato le panchine del parco Fiori recisi, in via Ravel, è stata al centro della cerimonia di “riconsegna” alla città dell’area verde dedicata alle giovani vittime di incidenti stradali. Nella mattinata di oggi, sabato 10 luglio, si è svolta infatti una simbolica iniziativa pubblica di ringraziamento per le 14 persone del gruppo Verde e panchine – Comitato anziani e orti Sant’Agnese e San Damaso Ancescao che si sono spese a favore della collettività, intervenendo sulle sedute del parco di Modena est.

In particolare, i sei volontari presenti, in rappresentanza di tutti coloro che hanno effettuato il restauro, hanno ricevuto un attestato di riconoscimento da parte del sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli e dall’assessora all’Ambiente Alessandra Filippi; contestualmente è stata inaugurata una targa, collocata all’interno del parco e realizzata da “Make it Modena”, che ricorda l’impegno della comunità a favore di questo spazio di quartiere. Durante l’appuntamento sono intervenuti anche Franco Piacentini dell’associazione Familiari e vittime della strada e i rappresentanti del comitato cittadini Modena est.

Nel frattempo, nel parco “restituito” alla città ritornano i tradizionali appuntamenti serali per i residenti in zona e non solo. Oggi, sabato 10, è in programma la prima iniziativa: alle 21 il cantastorie Marco Bertarini proporrà il suo racconto “Sublime fiabesco”, destinato alle famiglie e ai bambini di almeno quattro anni. Lo spettacolo, organizzato dal Comitato cittadini Modena est col patrocinio del Comune, è a partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria (via mail a siamoest@gmail.com; si consiglia di portare con sé un plaid e un cuscino per sedersi comodamente nel prato).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.