Morte sul lavoro / Laila non era formata per utilizzare quel macchinario

Laila El Harim non era stata formata all’utilizzo del macchinario nel quale lo scorso 3 agosto è rimasta incastrata e uccisa. Questa, secondo alcune indiscrezioni, una delle conclusioni cui sarebbe arrivata l’indagine della procura di Modena in merito alla morte della 40enne in un incidente sul lavoro avvenuto all’intero dell’azienda di packaging Bombonette di Camposanto.

Sono due gli iscritti nel registro degli indagati, con l’ipotesi di omicidio colposo: il legale rappresentante e il responsabile alla sicurezza dell’azienda. Oggi ultimo saluto alla donna, con tanta gente commossa ai funerali che si è stretta attorno alla famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.