In visita sulla Ghirlandina per scoprirne i segreti

Ancora alcuni posti disponibili per la visita guidata di sabato 28 agosto sulla torre civica. L’approfondimento riguarderà i materiali costruttivi

È incentrata sui segreti nascosti tra le pietre della Ghirlandina la visita guidata di approfondimento alla Torre civica di Modena in programma sabato 28 agosto alle ore 19. “La Mutina romana: il reimpiego dei materiali in Ghirlandina” è infatti il tema dell’iniziativa, aperta a un gruppo di 14 persone, con alcuni posti ancora disponibili, per la quale è necessario prenotarsi attraverso il sito VisitModena (al link https://bit.ly/3D5zblR). La visita dura circa 45 minuti e il ritrovo dei partecipanti è alle 18.45 davanti alla biglietteria della Ghirlandina in via Lanfranco; per accedere è necessario esibire il Green pass (in formato cartaceo o digitale). Per informazioni Iat, piazza Grande 14, tel. 059 2032660, oppure online su www.visitmodena.it.

L’approfondimento verterà sui materiali costruttivi della Torre civica: per edificarla nel Medioevo, infatti, vennero recuperate e riutilizzate le pietre e i laterizi romani provenienti dal sottosuolo. La visita inizialmente si svolgerà all’esterno della Ghirlandina e analizzerà in particolare le diverse tipologie di pietre che la costituiscono e la loro provenienza. I visitatori, quindi, avranno l’opportunità di salire sulla Torre e dal grande salone sommitale ammirare da un punto di vista privilegiato tutto il nucleo urbano cittadino, ampliando poi lo sguardo fino all’Appennino. Dai finestroni si potrà seguire il tratto cittadino modenese della via Emilia, che fu tra le principali arterie dell’Impero romano, e immaginare il nucleo urbano medievale, di dimensioni più ridotte rispetto a quello attuale.

Il biglietto di ingresso all’appuntamento, che si paga direttamente in biglietteria il giorno della visita, costa 3 euro per gli adulti, 2 euro per studenti dai 6 ai 26 anni, over 65, e gruppi di almeno 10 persone; è gratuito per bambini fino a 5 anni, guide turistiche, giornalisti, insegnanti che accompagnano classi, disabili e accompagnatori.

Il calendario delle visite prosegue, come di consueto l’ultimo sabato del mese, il 25 settembre con “San Geminiano e i geminiani”, sulla comunità modenese intorno al suo Santo e alla sua Torre; il 30 ottobre, con un approfondimento dedicato al romanico e al gotico; il 27 novembre con “L’ascesa della Torre”, percorso a tappe sui misteri di Modena; il 18 dicembre con una visita dedicata allo spirito umorista di Alessandro Tassoni e a “L’infelice e vil secchia di legno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *