Tesser: “Dovremo lavorare da squadra, voglio il Modena compatto e senza paura” (video)

In vista del derby con la Reggiana mister Tesser ha pochi dubbi di formazione. “In difesa Ponsi gioca al posto di Renzetti – afferma – in avanti la coppia Marotta Ogunseye è confermata, mentre mi tengo qualche dubbio sul centrocampo, devo decidere chi allineare a Gerli comme mezze ali”
Detto questo mister Tesser parla della gara che attende i gialloblu. “Affrontiamo una squadra costruita per vincere subito – afferma – sarà protagonista nella lotta promozione, ha tutti giocatori di esperienza, che hanno fatto anche serie superiori. Noi abbiamo giocatori esperti, però vengono miscelati con giovani molto interessanti e di prospettiva. La Reggiana ha un organico completo, la società vuole risalire subito. Sono competitivi a livello di esperienza, con dei doppioni a loro volta esperti. Noi abbiamo fatto una scelta diversa. Che partita mi aspetto e come la imposteremo? Lo scoprirete lunedi sera, in ogni caso non è importante se giochiamo dieci metri più avanti o più indietro. Quello che conta è la mentalità e l’atteggiamento. Se ricordate dopo Grosseto avevo detto che la squadra non mi era piaciuta nelle due fasi, nell’essere squadra. Io voglio vedere il Modena compatto che va assieme a determinare l’andamento. Voglio una squadra senza paura sia quando difende sia quando va in avanti”
Parla di Tremolada. “La sua condizione è positiva ma non è ottimale, ha avuto impegni personali di mercato dopo che ha lasciato Pordenone e non ha potuto allenarsi. Le sue caratteristiche? E’ diverso da Mosti, svaria meno, è più tre quartista, ha un piede eccezionale che gli permette di mandare al tiro i compagni”

“La nostra condizione non è ottimale, ma non è una scusante, il calcio bisogna saperlo interpretare anche quando non sei al massimo”

Sul pubblico. “Sono contento che il mio debutto al Braglia coincida con il ritorno dei tifosi allo stadio. Il loro apporto sarà determinante. Poi dovremo essere noi a trascinarlo. Spero che sia una bella serata, non per me, ma per la squadra e per i tifosi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.