Il Sassuolo all’attacco del Toro per riscattare Roma (VIDEO)

I neroverdi vengono dalla sconfitta contro l’undici di Mourinho, immeritata per il gioco espresso, e voglio rialzarsi subito. Dionisi avverte: “Non sarà facile”

Dopo ‘uno-due al passivo dell’Olimpico, il Sassuolo va a caccia della rivincita questa sera alle 20.45 contro il Torino al Mapei. Alessio Dionisi in conferenza stampa pre gara ha messo tutti in guardia sulle difficoltà del match di questa sera. “Della partita di Roma restano la prestazione, che è stata più positiva rispetto alle due precedenti, ma anche il risultato. Non possiamo accontentarci della prima delle due, che dà sicuramente consapevolezza, però se si fanno buone prestazioni bisogna anche ottenere buoni risultati. Poi certo dobbiamo anche considerare il valore degli avversar. Dopo Roma ci siamo detti che dobbiamo lavorare su tutto, si può sempre migliorare. Abbiamo tanta qualità nel reparto avanzato, è dal giorno in cui sono diventato l’allenatore del Sassuolo che mi sento dire “Sei consapevole di avere tanti giocatori bravi davanti?” e non mi lamento ora perché è veramente così. Si può creare di più o di meno, delle volte si è più concreti, come col Verona, e altre volte meno, come con la Roma, anche per merito degli avversari, all’Olimpico di fronte avevamo il portiere della Nazionale portoghese e difensori forti. Potevamo essere un pochino più efficaci, ma abbiamo attaccanti forti e quello che non sono riusciti a fare a Roma, mi auguro che riusciranno a farlo col Torino. Il Torino? L’avversario è uno di quelli contro i quali i neroverdi hanno sempre faticato: «Il Torino è una squadra forte, con individualità importanti. Viene da un campionato non positivo per i propri valori e i giocatori in campo lo sanno. Nell’ultima partita si è iniziata a riconoscere la mano del mister, una mano importante. È una squadra molto ostica per noi perché ha fisicità, perché sappiamo cosa chiede il mister e quindi non sarà una gara facile».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.