N’Gapeth: “Dopo Monza siamo molto arrabbiati, i tre punti vanno recuperati subito”

Il francesce ha parlato in sala stampa. “Non vediamo l’ora di tornare in campo davanti al nostro pubblico. La sosta può servirci per correggere alcune cose, ma non giocare è difficile”

Vis Hydraulics, sponsor per il quarto anno consecutivo di Modena Volley, è stato presentato questa mattina alla stampa presso il PalaPanini. Erano presenti il CEO Adamo Venturelli, il Dg di Modena Volley Andrea Sartoretti e Earvin Ngapeth.“È sempre un onore essere qui al PalaPanini, un luogo dove ci sentiamo a casa. La nostra avventura con Modena Volley è iniziata quattro anni fa come un esperimento, era la prima sponsorizzazione sportiva per la nostra azienda, nonostante io sia sempre stato un tifoso fin dai tempi della Panini. – spiega Adamo Venturelli, CEO di Vis Hydraulics-. Il 2020 è stato un anno complicato per tutti, ma noi ormai ci sentivamo parte di questa famiglia e abbiamo stretto i denti insieme a Modena Volley. Quest’anno la società ci ha regalato una squadra formidabile e piena di campioni, c’è tanta carica e tanto entusiasmo, non vediamo l’ora di goderci questa nuova stagione”.

Queste le parole di Earvin Ngapeth: “Ritrovarsi qua e allenarsi insieme tutti i giorni è bello, ma non poter giocare è difficile, soprattutto dopo una sconfitta. Teniamo duro e lavoriamo in vista della prossima partita, che sarà finalmente a casa, al PalaPanini, con il nostro pubblico. Come ho preso la sconfitta di Monza? Ero arrabbiato come tutti, perché non ci aspettavamo di non riuscire a trovare delle soluzioni per risollevarci, invertire la rotta e uscire dalla difficoltà in cui ci aveva messo Monza. Sappiamo di avere delle potenzialità e di essere una squadra forte, ma il campionato italiano è forse il più difficile al mondo e ogni singola sfida, ogni weekend, sarà difficilissimo. Dobbiamo soffrire e lavorare per raggiungere i nostri obiettivi, il primo è quello di recuperare subito i tre punti. Come va con Bruno? Siamo amici, in questi anni ci siamo sentiti e ci siamo anche visti, è come se fossimo sempre stati insieme, ma il campo è un’altra cosa, dobbiamo certamente ritrovare un po’ il feeling”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *