Pescara-Modena / Giovannini dall’inizio con Mosti, torna Ogunseje

Mister Tesser ha annunciato novità di formazione nell’undici che scenderà in campo all’Adriatico contro il Pescara, ma non ha voluto svelare tutto. “Ci sarà qualche cambio – ha detto – dopo Cesena non l’avevo fatto e l’abbiamo pagato con la Lucchese. Con la Viterbese abbiamo consumato molto soprattutto a livello nervoso e quindi il recupero delle energie diventa fondamentale perché giocheremo a pochissime ore dall’ultimo match disputato sabato al Braglia. Mosti sarà titolare, Bonfanti è affaticato mentre non ci saranno Duca e Marotta. Anche Minesso non è al meglio e viene da un infortunio e va gestito. Novità ci saranno anche perchè ho assenze forzate, ma escluso un cambio di modulo. Il 4-4-2? Magari a gara in corso, ma non dall’inizio. Abbiamo iniziato con un sistema di gioco e lo si potrà cambiare a gara in corso e a seconda dell’avversario”.

Sono diverse quindi le scelte che si offrono a mister Tesser anche se la rosa è un po’ ristretta. Duca e Marotta di sicuro non ci saranno, così come Ingegneri, mentre qualche altro partirà dalla panchina, pronto a subentrare.

Il mini-turnover preannunciato da Tesser, un po’ per scelta e un po’ per necessità, potrebbe portare quindi a cinque novità nell’undici iniziale del Modena rispetto alla gara di sabato con la Viterbese. Gli indisponibili per infortunio restano gli stessi, dunque Ingegneri, Duca e Marotta, mentre dopo aver scontato tre turni di squalifica rientra Ogunseye. Sarà proprio il gigante ex Cittadella una delle novità in campo e probabilmente anche l’unica davvero obbligata: il giovane Bonfanti, uomo del momento in casa gialloblù, è infatti uscito affaticato dalla gara di sabato e, utilizzando le parole di Tesser, è a rischio perfino per la panchina. L’attacco potrebbe dunque subire un completo maquillage, visto che anche nel ruolo di seconda punta e di trequartista sembrano esserci all’orizzonte cambiamenti: Mattia Minesso, rientrato a tempo di record con la Viterbese, potrebbe non reggere la seconda gara consecutiva da titolare e dovrebbe dunque lasciare la maglia da titolare a Giovannini, che farebbe il suo debutto da titolare, mentre alle spalle della coppia d’attacco agirà Mosti, decisivo nell’ultima vittoria casalinga. Tremolada rifiaterà in panchina, pronto a dare un contributo a gara in corso e a riprendersi la maglia nella trasferta di domenica a Olbia. Anche a centrocampo c’è qualche problemino per Di Paola, che tornerà a lasciare il posto a Scarsella, mentre Armellino e Gerli saranno al loro posto nell’undici di partenza. Nel reparto arretrato potrebbe tornare a verificarsi l’avvicendamento tra Ciofani e Renzetti, con il primo di nuovo in campo e il conseguente trasloco di Azzi sulla fascia opposta; la coppia centrale, a protezione della porta di Gagno, è confermata con Silvestri e Pergreffi.

LA LISTA DEI CONVOCATI

PORTIERI: Riccardo Gagno, Antonio Narciso

DIFENSORI: Riccardo Baroni, Fabio Ponsi, Tommaso Maggioni, Antonio Pergreffi, Francesco Renzetti, Matteo Ciofani, Tommaso Silvestri

CENTROCAMPISTI: Fabio Scarsella, Manuel Di Paola, Fabio Gerli, Nicola Mosti, Mario Rabiu, Marco Armellino, Paulo Azzi, Luca Tremolada

ATTACCANTI: Nicholas Bonfanti, Romeo Giovannini, Roberto Ogunseye, Mattia Minesso

QUI PESCARA
Il Pescara recupera il difensore centrale Drudi e il centrocampista Rizzo, entrambi reduci da problemi muscolari, ma forse solo il primo potrà essere in campo dal primo minuto: il mister deve scegliere tra lui e Ingrosso, in un reparto difensivo che dovrebbe tornare all’antica. Dopo aver sperimentato la difesa a quattro contro la Fermana, infatti, il tecnico Gaetano Auteri sembra orientato a ripresentare il Pescara con la classica difesa a tre, anche a causa della squalifica del terzino destro Cancellotti. Nella linea difensiva a protezione di Di Gennaro ci saranno Illanes, Frascatore e, come detto, uno tra Drudi e Ingrosso. Rivoluzione anche sulle corsie esterne di centrocampo, dove dovrebbero tornare titolari gli esterni a tutta fascia Zappella e Nzita, e d’attacco, con Clemenza e D’Ursi candidati a scendere in campo dal 1° minuto. Quest’ultimo, però, è insidiato da Ferrari, e in questo caso il modulo non sarebbe 3-4-3 ma 3-4-1-2 con Clemenza sulla trequarti. Confermata la coppia centrale della mediana, composta da Pompetti e Memushaj, e inamovibile anche la prima punta De Marchi, ex Carpi.

PROBABILI FORMAZIONI
Pescara (3-4-3): Di Gennaro, Illanes, Drudi, Frascatore; Zampella, Pompetti, Memushaj, Nzita; Clemenza, De Marchi, D’Ursi. All.: Auteri
Modena (4-3-1-2) Gagno; Ciofani, Silvestri, Pergreffi, Azzi; Armellino, Gerli, Scarsella; Mosti; Ogunseye, Giovannini. All. Tesser

Arbitro: Monaldi di Macerata (Valletta-Ferraboli)

Stadio Adriatico (ore 21)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.