Il Modena esce dalla Coppa Italia: 8-7 ai rigori per il Piacenza

Gara ricca di emozioni, ribaltoni e colpi di scena: dal dischetto la squadra di Scazzola fallisce solo una volta, contro le due dei gialli. Per Tesser squadra rivoluzionata dalle assenze

MODENA-PIACENZA 4-4 (7-8 d.c.r.)
Reti: 7′ Simonetti, 20′ Silvestri, 37′ rig. Minesso, 50′ Minesso, 62′ Dubickas, 65′ Parisi, 99′ Minesso, 106′ aut. Narciso
Modena (4-3-2-1): Narciso; Maggioni (72′ Ciofani), Silvestri (59′ Pergreffi), Baroni, Renzetti; Scarsella (46′ Mosti), Rabiu, Di Paola; Duca (72′ Castiglia), Tremolada (59′ Azzi); Minesso. A disposizione: Gagno, Pergreffi, Ciofani, Armellino, Mosti, Azzi, Castiglia, Crispino. All. Tesser
Piacenza (3-4-2-1): Libertazzi; Armini, Codromaz, Angileri (55′ Parisi); Simonetti, Bobb, De Grazia, Giordano; Burgio (78′ Suljic), Lamesta (67′ Gonzi); Dubickas. A disposizione: Pratelli, Galletti, Nava, Suljic, Cesarini, Marchi, Tafa, Parisi, Rabbi, Corbari, Marino, Gonzi. All. Scazzola
Arbitro: Delrio di Reggio Emilia
Ammoniti: De Grazia, Libertazzi, Duca, Dubickas, Rabiu, Azzi, Simonetti, Castiglia

Gara d’altri tempi al Braglia per gli ottavi di Coppa Italia serie C, Otto gol tra tempi regolamentari e supllementari, rimonte incredibili, gollazzi (vedi quello del Piacenza con autorete di Narciso al 1′ del secondo tempo supplementare), errori delle due difese e squadre alla fine stremate dalla fatica. Ai rigori ha vinto il Piacenza, sfruttando gli errori di Castiglia e Mosti che si sono fatti ipnotizzare dal portiere avversario. Fino al 3-1 sembrava un Modena in controllo, ma nel giro di 4′ sono arrivate le reti di Dubickas e Parisi che hanno sistemato il risultato portando le due squadre ai supplementari. Minnesso ha fatto tripletta personale ma anche questo non è bastato per portare a casa il passaggio del turno. Al di là dell’amarezza (spiace sempre quando si perde, anche in una partita fra amici, ancora di più in Coppa Italia) resta la preoccupazione per le condizioni di molti giocatori che rischiano di saltare la sfida di Siena. Oltre agli assenti, il Modena rischia di perdere qualcuno che oggi ha chiesto il cambio o ha finito la partita un po’ acciaccato. Basteranno tre giorni per rimettere in piedi il Modena di Tesser?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *