Coronavirus / Da lunedi prenotazione terza dose per cittadini da 40 a 59 anni

A partire da lunedì prossimo 22 novembre la Regione Emilia Romagna darà il via alle prenotazioni per gli over 40 che vorranno avere la terza dose del vaccino anti Covid. Le somministrazioni partiranno dal primo dicembre.

Cominciano, da lunedì 22, in Emilia-Romagna, le prenotazioni per la terza dose di vaccino per i cittadini di età compresa fra i 40 e i 59 anni.

Le vaccinazioni per i nati dal 1962 al 1981 partiranno dal primo dicembre e potranno essere fatte sei mesi dopo la somministrazione della seconda dose.

Volvo XC40 benzina e plug-in hybrid. Il momento perfetto. Volvo XC40. Il momento perfetto. Volvo

Si procede, a prescindere dall’età, anche con le somministrazioni agli ospiti delle strutture sociosanitarie e socioassistenziali (residenziali e semiresidenziali) dedicate a persone con disabilità, pazienti psichiatrici e delle dipendenze, nonché al personale che vi opera. Per i cittadini con 60 o più anni la somministrazione della terza dose è in corso, e sono già 258.598 coloro che l’hanno ricevuta. In totale sono oltre 317mila, visto che si è cominciato con gli immunodepressi e il personale sanitario. Sempre a prescindere dall’età, la somministrazione della dose booster è in corso anche per chi ha ricevuto il vaccino Johnson e Johnson.

Per la terza dose (dai 40 anni in su) le Aziende sanitarie hanno previsto come sede di vaccinazione gli Hub (almeno uno per provincia), i punti vaccinali e, in alcuni territori si aggiungono medici di famiglia e farmacie. I canali di prenotazione sono Cupweb, Cuptel, sportelli Cup, Fascicolo sanitario elettronico e inviti tramite sms rientranti in determinate categorie. Potranno essere attivate inoltre sedute ad accesso libero presso gli Hub senza prenotazione e anche open day.

In Emilia-Romagna le persone dai 40 anni in su (dai 18 anni in su se vaccinati con Johnson & Johnson) che hanno già completato il ciclo primario di vaccinazione e che devono ancora ricevere la terza dose sono 2.218.194. L’obiettivo è di vaccinare tutti quelli che lo vorranno entro giugno 2022. “Lo sforzo – dice l’assessore regionale Raffaele Donini – è doppio, perché mentre avanzano le terze dosi si procede con le seconde e con le prime: siamo vicinissimi al traguardo del 90% degli emiliano-romagnoli vaccinati con una dose e dell’88% con due. Ma non basta, perché ancora troppe persone mancano all’appello”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.