Tesser: “Dico grazie e bravi ai miei ragazzi”

I commenti del fine partita.

Tesser: “Primo tempo equilibrato con spezzoni positivi, buon palleggio e altri momenti in cui abbiamo subito l’iniziativa, abbiamo preso un gol stupido, regalando il calcio d’angolo; nella ripresa è cambiato l’atteggiamento, eravamo più intensi ed aggressivi. Sul gol di Magnaghi c’è bravura loro e un errore nostro, lui è stato bravo, si è staccato bene e ha fatto gol, sapevamo che calciavano sul primo palo, spiace aver preso gol cosi; qui è difficile vincere, altre squadre di alta classifica avevano perso, posso dire solo grazie a questi ragazzi per l’atteggiamento e la voglia di recuperare, determnazione anche nel difendere il vantaggio, loro sono aggressivi, giocano in verticale sugli attaccanti, loro sono bravi. Non sarà semplice a mantenere questo passo, ma dobbiamo provare a vincere pensando partita per partita, abbiamo qualità e mentalità giusta, una squadra che lotta, altrimenti non si vincono queste partite come oggi; vorremmo finire bene l’anno ma dobbiamo essere molto bravi anche se ci sono le vacanze vicine abbiamo tutti le valigie in macchina e vogliamo tornare a casa per riposare. Anche con il Grosseto non sarà una partita facile”.

Mattia Minesso: “Contento per il gol, sono tre punti pesanti su un campo difficile, era importante vincere, sono contento. Il primo tempo? Abbiamo sbagliato qualche uscita ma loro hanno giocato bene e ci hanno messo in difficoltà, noi non siamo riusciti a concretizzare e a mettere l’ultimo passaggio. Subire gol nel recupero è brutto, il mister mnnegli spogliatoi ha corretto le cose che non adavano bene, siamo riusciti poi a fare le cose che nel primo tempo erano mancate, il mister ha toccato le corde giuste; la squadra ha carattere, non molla mai, combatte, cerca il gioco per arrivare al gol e alla vittoria; cercheremo di chiudere nel modo migliore l’anno contro il Grosseto che all’andata ci ha messo in difficoltà, speriamo di fare altri punti, siamo contenti per aver rimontato e nello spogliatoio abbiamo festeggiato”.

Luca Tremolada. “Dopo quella sconfitta in ottobre su questo campo avevo fatto il mea culpa, oggi ci prendiamo i meriti, abbiamo avuto la forza di reagire, trascinati dal nostro pubblico abbiamo fatto qualcosa di importante. Il gol? Da quella posizione calcio sempre in porta verso il secondo palo. Abbiamo preso la carica dopo l’uno a uno, sapevamo che potevamo portarla a casa. Mi piace la personalità e la voglia di giocare, questa è la strada, dobbiamo continuare, possiamo sognare in grande. Sul corner del loro gol ho sbagliato io e mi scuso, In questa squadra c’è la qualità oltre al cuore. Se abbiamo vinto undici partite vuol dire che c’è qualità, speriamo di migliorare sulle palle inattive perchè le partite si sbloccano anche sulle punizioni; con la Reggiana è una bella lotta, anche loro stanno facendo grandi cose ma sentiranno il peso del Modena che è sempre lì e non molla mai”

Tesser: “Avevamo approcciato bene la partita con alcune conclusioni, poi hanno avuto la prevalenza loro con il centrocampo, ci eravamo ripresi nel finale ma abbiamo preso gol su palla inattiva anche se sapevamo che tiravano sul primo palo, nella ripresa siamo stati più alti, abbiamo rimontato e siamo stati bravi a tenere il risultato, siamo stati bravi a stare più alti, con un pressing alto, più aggressivi e compatti, alla fine l’abbiamo vinta meriotatamente contro un Pontedera che è un’ottima squadra. Il record? E’ un numero importante, sarebbe bello finire bene con il Grosseto, non vorrei cali di tensione, stiamo sul pezzo, sarà un’altra battaglia, vogliamo andare avanti con questa cavalcata. Il titolo di campione d’inverno fa piacere, complimenti alla Reggiana, siamo due ottime squadre, andiamo avanti con umiltà, la strada è ancora lunga, quello che mi piace è vedere dche i miei lottano pallone su pallone; Pergreffi quando è entrato ha fatto bene, sono contento che abbia fatto venti minuti, abbiamo guadagnato centimentri, mercoledi giocherà dall’inizio; devo fare i complimenti a chi entra, bravo anche Mosti, Maggioni e gli altri dalla panchina che danno il loro contributo quando entrano. Speriamo di fare un buon Natale”

Maraia, allenatore del Pontedera. “gara risolta dai calci piazzati, abbiamo fatto una grande partita ma il Modena è forte e non era facile contro questi giocatori come qualità; ci siamo demoralizzati dopo aver preso i due gol, alla fine abbiamo rialzato la testa e forse un pareggio poteva starci. Ho fatto i complimenti ai miei, abbiamo giocato un’ottima partita ma non è bastato”

Minesso: “sul rigore ho preso un po’ di rischi, ma è importante che la palla sian entrata. Nel primo tempo i toscani ci hanno messo in difficoltà, siamo stati bravi a riorganizzarci e rimontare, udici vittorie sono tante ma non possiamo fermarci, dobbiamo sempre cercare il gioco. Nel primo tempo ero un po’ bloccato, facevo fatica a trovare la posizione, ho avuto delle occasioni potevo fare meglio, sono contento per il rigore che mi ha sbloccato, nel primo tempo abbiamo sbagliato alcune cose tecniche ma nell’intervallo ci siamo compattati grazie al mister. Io sono a disposizione del mister per giocare in vari ruoli, cerco sempre di interpretarlo al meglio, sono contento delle mie prestazioni. Abbiamo accontentato i tifosi e regalato un’altra vittoria, speriamo di continuare a dare soddisfazioni. Con il Grosseto dare il massimo per ottenere i tre punti”.

Tremolada. “Mi sono preso le responsabilità dopo la sconfitta di ottobre in questo stadio, adesso ci prendiamo i complimenti perchè questo Modena gioca veramente a calcio. Oggi nel primo tempo abbiamo faticato un po’, ma noi ci siamo sempre sul piano del gioco e l’abbiamo dimostrato. La punizione? calcio sempre sul secondo palo, oggi è entrata, importante è calciare in porta, noi dobbiamo stare sempre tranquilli perchè un gol prima o poi lo facciamo, dobbiamo giocare l’uno per l’altro. Io cerco di giocare per la squadra, farò qualsiasi cosa per arrivare in B, anche se non farò più gol, l’importante è aiutare la squadra, noi abbiamo più qualità degli altri e dobbiamo farla valere anche quando le cose non girano bene, perchè i gol li sappiamo fare. La Reggiana è molto forte, speriamo di arrivare lì con la testa libera e convinti dei nostri mezzi, non sarà la partita decisiva. Spero di vedere lo stadio Braglia pieno, chiedo al pubblico di venire in tanti già mercoledi, speriamo di vincere e poi staccare la spina per qualche giorno, perchè stiamo facendo qualcosa di importante e c’è bisogno anche di riposare qualche giorno”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.