Applausi e standing ovation per il 26° Concerto di Santo Stefano (video)

Duomo gremito secondo la capienza prevista dalle misure anti Covid nel giorno di Santo Stefano per il concerto che la Cappella musicale del Duomo di Modena e il suo direttore, Daniele Bononcini, hanno regalato alla città, dopo un anno di assenza del pubblico a causa della pandemia. L’appuntamento, giunto alla ventiseiesima edizione, è voce fissa dell’agenda natalizia dei modenesi: il programma di quest’anno era arricchito da nuovi carols inglesi: dai più tradizionali e famosi ad altri più particolari e inediti, soprattutto in Italia, e di difficile esecuzione.

Ad esibirsi le diverse compagini corali della cattedrale: i cori giovanili, la Schola Polifonica e i solisti, diretti e accompagnati all’organo dal M Daniele Bononcini. “La tradizione dei carols – spiega il direttore Bononcini – appartiene fortemente alla nostra cultura, ed essi rappresentano certamente l’espressione musicale più legata al Natale. Sono capaci di creare quell’atmosfera speciale che meglio esprime i valori del Natale cristiano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.