Brambilla: “Opportuno modificare gli approcci” (video)

Con un numero di contagi così alti, per il Direttore Generale dell’Ausl di Modena Antonio Brambilla sarebbe necessario un cambio di passo

20.648 nuovi casi in Emilia-Romagna e altri 38 morti con Covid. È quanto emerge dal bollettino quotidiano della Regione. Nel modenese si contano 2.361 nuovi positivi e due decessi: si tratta di due donne, di 67 e 93 anni. I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive sono 151. 100 non sono vaccinati. Per quanto riguarda i ricoverati negli altri reparti Covid sono 2.258 (+71 rispetto a mercoledì). Per la Fondazione Gimbe nell’ultima settimana si è registrata un’ulteriore impennata di nuovi casi che hanno superato quota 1,2 milioni. Modena rientra fra le 56 province in cui l’incidenza supera i 2.000 casi per 100.000 abitanti: siamo a 3.340. Per l’Ausl di Modena con numeri così alti dei contagi si devono rivedere gli approcci: è impossibile seguire 35mila persone a domicilio, anche se asintomatiche.
Anche la scuola – ha fatto sapere Silvia Menabue, Dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale di Modena – appena ripartita dopo le festività natalizie, “cerca di resistere in presenza. La volontà è quella di evitare il più possibile la dad”

Qui trovate la conferenza stampa di oggi giovedi 13 di Antonio Brambilla, direttore generale dell’Ausl, e Silvia Menabue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.