Dionisi: “Con il Verona non finirà 0-0…” (video)

Parla il tecnico neroverde. “Il Verona ha giocatori importanti, ha terminali offensivi che stanno dimostrando le loro qualità, gioca uomo su uomo. Mi vien da dire che difficilmente finirà 0-0, vuoi per la propensione offensiva nostra, vuoi per la propensione e la forza offensiva del Verona. L’obiettivo del girone di ritorno è soltanto uno: «Migliorare l’andamento dell’andata attraverso le prestazioni e il raggiungimento di risultati. Se poi questo ci porterà a migliorare la classifica, ben venga, ma senza assilli”.

Sassuolo-Verona è il lunch match della giornata di serie A, la 22a complessiva. Si prevedono gol e spettacolo, tra due squadre in forma che prediligono il gioco d’attacco e che hanno attaccanti di spessore. Due rivelazioni della stagione, dunque, anche se il Sassuolo ormai ogni anno ci ha abituato a stagioni di alto livello. Il Sassuolo arriva alla sfida con l’Hellas galvanizzato dalla travolgente vittoria di domenica scorsa sull’Empoli: «La partita è sicuramente stata positiva, sia nella prestazione che nel risultato – ha detto Alessio Dionisi in fconferenza stampa – non sempre siamo riusciti ad unire le due cose, quasi sempre la prestazione c’è stata, non sempre con quella abbiamo raggiunto il risultato, credo anche per una determinazione diversa. Contro l’Empoli c’è stata e dobbiamo averla sempre”.

Il Sassuolo oggi può giocare senza assilli, la classifica vi conforta. “Siamo contenti di quello che stiamo facendo – ancora Dionisi – ma la classifica è cortissima, siamo tutti lì: se perdi una partita ne hai quattro in più davanti, se ne vinci una ne hai quattro appena dietro. Ora non dobbiamo focalizzarci su questo, dobbiamo pensare più a dare continuità al nostro percorso attraverso una determinazione diversa. Da dicembre in poi siamo riusciti ad essere una squadra più equilibrata, sia nel gioco, sia nella fase di non possesso, sia nella determinazione e lo dimostra la continuità che siamo riusciti a dare. In mezzo c’è stato il blackout con il Bologna, ma ora dobbiamo guardare alla gara di oggi, che sarà molto difficile. Il Verona ha un’identità ben chiara da anni e la sta portando avanti nonostante il cambio di allenatore e di alcuni giocatori. Sarà una partita molto difficile, mi viene da pensare alla sfida col Torino in casa, dove abbiamo avuto grandi difficoltà e non ci siamo espressi ai nostri livelli. Il Verona ha giocatori importanti, ha terminali offensivi che stanno dimostrando le loro qualità, gioca uomo su uomo. Mi vien da dire che difficilmente finirà 0-0, vuoi per la propensione offensiva nostra, vuoi per la propensione e la forza offensiva del Verona. A noi mancherà Berardi, ma questo è uno stimolo per tutti, è un’opportunità per la squadra di dimostrare di non dipendere da un giocatore e per chi giocherà al suo posto. Chi lo sostituirà ha caratteristiche diverse da Domenico e questo porterà la squadra ad esprimersi in un modo diverso perché, quando è in campo, determina lui diverse situazioni di gioco”.

“Sarà una bella partita, contro una grande squadra”, la risposta di Tudor che lancia Simeone nella conferenza stampa pre partita: “Può arrivare a 20 gol con la maglia del Verona”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.