S.Anna / Rivolta / L’associazione Antigone ricorre alla Cedu contro l’Archiviazione

Dopo che il Gip ha respinto il reclamo sull’archiviazione

Anche l’associazione Antigone si prepara a rivolgersi alla Corte europea dei diritti dell’uomo contro l’archiviazione dell’inchiesta sui nove detenuti morti a marzo 2020, quando scoppiò una rivolta nel carcere di Modena, in concomitanza con altre proteste simili in altri penitenziari italiani.

Il reclamo di Antigone è stato infatti dichiarato inammissibile dal Gip.

“A questo punto la nostra intenzione – dice l’avvocato Simona Filippi, che assiste l’associazione – dopo aver esperito tutte le vie di ricorso interne, è quella di iniziare a lavorare al ricorso alla Cedu”, che si andrà ad aggiungere a quello dei familiari di un detenuto, assistiti dall’avvocato Luca Sebastiani, “chiedendo che l’Europa faccia chiarezza sulla dinamica di questi nove morti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.