Indoor, si avvicinano le rassegne tricolore e i gialloblù della Fratellanza iniziano a fare sul serio

(gli atleti della Fratellanza ad Ancona)

In attesa dei campionati italiani Junior-Promesse si sono accesi i fari su quelle che possono essere chiamate prove generali, in vista del meeting tricolore del prossimo weekend e di quelli che in rapida successione arriveranno. Gialloblù non al top, ma il meglio deve ancora venire.

Filippi, buona la prima in Germania

La new entry della Fratellanza del settore mezzofondo Giovanni Filippi ha corso sabato in terra tedesca la prima delle due gare per lui in programma. Teatro dell’evento il meeting di Sindelfingen, a pochi chilometri da Stoccarda, dove ha chiuso la prova sui suoi 1500 metri al secondo posto in 3’46”08 migliorando sensibilmente il crono fatto registrare all’esordio stagionale in quel di Ancona. Un buon modo per scaldare i motori anche in vista della gara di martedì a Erfurt.

Ancona, velocisti in grande spolvero

Due giornate intense in quel di Ancona. La più interessante per i colori modenesi è stata certamente la seconda a partire dagli sprinter puri con Andrei Zlatan che si conferma ai vertici con il quarto posto nella miglior batteria dei 60 piani in 6”73. In finale, però, il portacolori della Fratellanza si rialza dopo pochi metri così come successo una settimana fa senza concludere la prova. Qualificato alla finale 2 e terzo nella stessa Francesco Molinari con un buon 6”89, mentre tra i più giovani buon 7”30 per l’Allievo Mattia Cremaschi che chiude 88esimo assoluto su un totale di ben 269 atleti al via. Nella gara femminile, invece, Sandra Milena Ferrari avvicina ulteriormente il personale vincendo la terza batteria in 7”71 davanti all’altra gialloblù Alessia Conciliano in 7”78. Entrambe si qualificano per la finale 2 equilibratissima e chiusa rispettivamente quinta e ottava in 7”75 e 7”77.

Nei 400 piani al femminile ottimi segnali dalla forte squadra gialloblù a partire da Anna Cavalieri che sigla il personale Indoor in 56”22 chiudendo sesta assoluta davanti alla compagna Alessandra Morandi, vincitrice della terza batteria con il nuovo personal best in 56”23. Per lei una prova davvero incoraggiante dopo un 2021 difficile in una gara che ha visto protagoniste anche Lisa Martignani decima in 57”53 ed Irene Pini tredicesima in 58”64. Diciassettesima in 59”09, invece, Alessia Baldini, mentre tra le giovani spicca Emma Martignani ventinovesima assoluta in 1’00”14.

Nella gara maschile settimo Alberto Montanari in 49”44 e quindicesimo Luca Calvano in 50”01.

Sabato negli 800 metri femminili prima serie per la campionessa italiana Junior uscente Francesca Vercalli e per la compagna di club Irene Pini ad una delle sue prime esperienze sulla distanza. La Pini ha condotto una gara sulla difensiva restando in fondo al gruppo fino alla volata finale dove ha raggiunto la compagna di club chiudendo in 2’22”87. La Vercalli, non al massimo della forma e reduce anche da alcuni problemi di salute, ha concluso al settimo posto in 2’24”30.

Al maschile buona la performance di Marlon Bettuzzi che ha chiuso in 1’57”35 conquistando il terzo posto in terza serie ed il ventitreesimo finale. Trentottesimo assoluto, invece, il Master Alessandro Bianchi in 2’03”87. Tra i velocisti impegnati sui 200 metri buona la prestazione di Bokar Badji, lui che partito in sesta corsia è riuscito a vincere la quinta serie con il crono di 22”55 che gli è valso l’undicesimo posto nella classifica finale. Al femminile ancora ottima Emma Martignani, al primo anno Allieve, che conquista il ventiseiesimo posto assoluto in 26”67 e guida la pattuglia gialloblù che, tra le altre, vede al 39esimo posto con il crono di 27”29 Maria Vittoria Mosenchio. Bene anche un’altra delle giovanissime, Alessia Gavioli, cinquantatreesima con 27”77 di pochi centesimi davanti alla compagnia e pari età Alessia Soukhomazov.

Dalla pista alle pedane, alle spalle di una gara di tutto rispetto condotta da Marta Morara, dell’Atletica Lugo, che ha valicato il metro e ottantuno c’è anche Nicole Romani. La romagnola che da diverse stagioni veste i colori della Fratellanza ha affrontato la pedana valicando al primo tentativo la misura di 1,63 per poi saltare direttamente a 1,70 metri, che ha valicato alla seconda prova. Buono anche il superamento del 1,73 al terzo tentativo, ma niente da fare invece per lei quando l’asticella è salita a 1,75. Questo percorso la ha portata a conquistare la quarta piazza. Quarta piazza anche nel salto in lungo con Bianca Mantovani che ha trovato la miglior misura al sesto tentativo facendo registrare un buon 5,49 metri.

Faenza, successi per Storti e Casadei

A Faenza si sono svolti i campionati invernali di lanci con la prima prova della fase regionale. Bene la Fratellanza che ha trovato buoni risultati in tutte le categorie a partire dal lancio del disco giovanile con il primo posto, con due metri di vantaggio sugli avversari, per il neo gialloblù Matteo Storti con la misura di 49,76 metri realizzata al secondo tentativo. L’ottima performance è stata poi riconfermata anche all’ultimo lancio con un bel 49,70. Nella gara femminile quarto posto per la classe 2004 Erika Dotti con 30,25 metri.

Nel lancio del giavellotto Promesse, invece, vittoria per la classe 2000 Emanuela Casadei con 48,93 metri. Per lei un più che incoraggiante inizio di stagione dopo un 2021 che l’ha portata sul gradino più alto d’Italia. Nella gara Junior, invece, secondo posto per Silvia Scaltriti che ha conquistato la medaglia d’argento grazie al primo lancio dove ha fatto registrare la miglior misura della giornata, ovvero 34,77 metri. Per lei si tratta anche di nuovo personale e di minimo di qualificazione per i campionati italiani estivi.

Nel lancio del martello donne, invece, seconda piazza per Fiorenza Bregant con la misura di 34,69 messa a segno al secondo lancio. Tra le giovani settima Arianna Cavicchioli con la misura di 34,11 metri, anche per lei nuovo personale. Nella gara giovanile maschile, infine, quarto Francesco Attanasio con 35,12.

A Novara, invece, ha gareggiato Lorenzo Puliserti che ha chiuso secondo nel martello con 51,66 metri e quarto nel disco con 38,87.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.