Terremoto 3 / Altre scosse nella notte, ma solo assestamento

Altre tre lievi scosse sono state rilevate dall’Ingv nel corso nella notte, in provincia di Reggio Emilia, dove ieri sera alle 19.55 e alle 21 il terremoto ha spaventato la popolazione, senza creare danni.

Alle 23.26 una scossa di magnitudo 2.3 è stata registrata ancora a Bagnolo in Piano, alle 4.02 e alle 4.48 a Correggio, rispettivamente di magnitudo 2.4 e 2.0.

Una notte di paura quella trascorsa in Emilia Romagna dopo le scosse di terremoto forti e ben avvertite nelle zone di Modena e Reggio alle 19.55 (profndità 4 chilometri, epicentro a Bagnolo in Piano di magnitudo 4.0) e quella ancora più potente delle 21 (profondità 3 chilometri, epicentro a Correggio di magnitudo 4.3). Per tutta la notte si sono susseguite scosse, esattamente sei, fortunatamente di assestamento, la più forte delle quali alle 21,37 di magnitudo 2.7 con epicentro a Bagnolo in Piano e localizzata ad una profondità di 5 chilometri. L’ultima scossa registrata nella notte è stata quella delle 4.48, di magnitudo 2, con epicentro a Correggio. La zona è sempre quella del reggiano, tra Bagnolo in Piano e Correggio. Le due scosse più forti, in particolare quella delle 21 (4.3), sono state avvertite in molte zone dellEmilia Romagna ma anche ai confini di regioni limitrofe, in particolare Lombardia e Veneto. La più forte, quella delle 21, avvertita anche a Parma, Bologna e Milano. Molti i cittadini che hanno preferito lasciare le loro case e che hanno scelto di dormire in macchina: l’incubo del terribile terremoto del 2012 che ha provocato morti e danni si è risvegliato nella popolazione, specie quella della bassa modenese, profondamente colpita. Al momento non si segnalano danni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.