Modena spuntato, a Lucca non va oltre il pari (0-0)

Imprecisione, sfortuna, decisioni arbitrali dubbie (un rigore negato per fallo su Ogunseje) negano ai gialli una vittoria che ai punti avrebbero meritato. Nemmeno i cambi aiutano i gialli per vincere al Porta ElisaGagno quasi inoperoso. Ora si aspetta la risposta della Reggiana che lunedi ospita il Pescara.

Il tabellino

LUCCHESE (4-3-1-2): Coletta; Corsinelli, Bachini, Bellich, Nannini; Picchi (6’ st Frigerio), Collodel (37’ st Tumbarello), Visconti (24’ st Minala); Belloni (37’st Bladan); Ubaldi (24’ st Nanni), Semprini. (A disp.: Cucchietti, Gibilterra, Babbi, Quirini, D’Ancona, Zanchetta, Ruggiero). All. Pagliuca.

MODENA (4-3-2-1): Gagno; Ciofani, Silvestri, Pergreffi, Azzi; Armellino (40’ st Magnino), Gerli, Scarsella (13’ st Duca); Tremolanda (40’ st Longo), Giovannini (13’ st Mosti); Minesso (1’ st Ogunseye). (A dis: Narciso, Ponsi, Renzetti, Oukhadda, Di Paola, Piacentini, Baroni). All. Tesser.

Arbitro: Giordano di Novara.

Note: angoli 3 a 6; ammoniti Armellini, Bellich e Bachini. Recupero 1’ pt e 4’ st. Spettatori 1.759.

Partita molto difficile per il Modena che torna da Lucca con un punto che continua a muovere la classifica, ma senza quel successo che avrebbe messo ulteriore pressione sulla Reggiana.

I gialloblù non riescono a sfondare il muro rossonero, con una Lucchese che si è ben disimpegnata per tutti i 90 minuti. Al contrario gli uomini di Tesser sono parsi un po’ sottotono rispetto allo strabiliante standard a cui avevano abituato i tifosi.

Nel finale l’occasione più clamorosa per il Modena: cross e difensore della Lucchese che per liberare l’area svirgola e centra il palo della sua stessa porta.

Ora i gialli allungano sulla Reggiana a +3, ma i granata domani sera sono impegnati in casa contro il Pescara.

la cronaca
Partenza indiavolata della Lucchese che nei primi minuti prova a spingere fortissimo per cercare il vantaggio e al 6’ arriva già la prima grande parata a terra di Gagno su tiro di Picchi dal centro dell’area. Passano i minuti e i ritmi rimangono alti, con il Modena che riesce poi a portarsi in attacco e va in rete con Azzi, grazie ad un’imbucata di Tremolada, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Ora sono i canarini a tenere alto il pallone e a provare a fare male, ma i ritmi poi si abbassano leggermente ed è Collodel a provarci al 29’ dal limite, ma il suo tiro esce di poco al lato del palo. Nel finale di primo tempo sono i padroni di casa a spingere e al 42’ Semprini va vicinissimo al gol con un colpo di testa che sfiora il palo a Gagno battuto. Nella ripresa cambia subito qualcosa mister Tesser che inserisce Ogunseye al posto di uno spento Minesso. Anche se Gagno non deve fare sostanzialmente nulla, la Lucchese si fa sempre pericolosissima e arriva con facilità e velocità nell’area canarina. Allora Tesser cambia ancora prima dell’ora di gioco e inserisce Mosti e Duca al posto di Giovannini e Scarsella, nella speranza di un cambio di rotta. Al 62’ Ogunseye riesce ad entrare in area e ad andare al tiro, ma Coletta in uscita para sventando il rischio. Fatica il Modena a creare occasioni, una di queste arriva al 75’ quando Tremolada calcia una bella posizione dal vertice destro dell’area e Pergreffi di testa al centro dell’area non trova lo specchio della porta di pochissimo. All’84’ il Modena chiede due rigori nella stessa azione, prima per un fallo di mano degli avversari, poi per un fallo su Ogunseye in area, ma l’arbitro lascia giocare. All’88’ ci prova Ogunseye di testa, ma Coletta para a terra senza troppi patemi. Incredibile all’89’ Bachini, per spazzare via un pallone pericoloso, colpisce il palo rischiando l’autogol, ma il Modena non riesce ad approfittarne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.