Dal Consiglio Comunale / Oggi si fa il punto sull’assistenza alle persone fragili

Nella seduta di giovedì 12 maggio, trasmessa in streaming sul sito web del Comune, è in programma anche la discussione di alcune mozioni

L’assistenza ai cittadini in condizione di fragilità rappresenta uno degli argomenti principali della seduta di giovedì 12 maggio del Consiglio comunale di Modena, i cui lavori sono convocati nell’aula consiliare, come di consueto nel rispetto delle disposizioni di sicurezza sanitaria anti-Coronavirus, e sono trasmessi in diretta streaming sul sito web istituzionale dell’ente (www.comune.modena.it/il-governo-della-citta).

La seduta inizia alle 15 con la trattazione di due interrogazioni incentrate, appunto, sui temi dell’accoglienza. Le istanze riguardano le azioni sviluppate dall’Amministrazione comunale anche a seguito della recente scomparsa di una persona senzatetto alla Sacca (presentata da Forza Italia, Fratelli d’Italia – Popolo della famiglia e Lega Modena) e il punto sull’accoglienza invernale e sull’assistenza ai cittadini senza fissa dimora (Movimento 5 stelle).

Dopo l’appello, alle 15.30, l’Assemblea ha in programma la discussione di nove ordini del giorno a partire da quello, proposto da Europa verde – Verdi e Sinistra per Modena, dedicato al tema della “tassonomia verde”.

Le altre mozioni riguardano i prodotti pediatrici per le famiglie in difficoltà (Pd), il ripristino dell’accesso diretto, per i cittadini, agli atti dell’Amministrazione (M5s), il sostegno all’iniziativa “Per il diritto alla cura, nessun profitto sulla pandemia” (Sinistra per Modena, Europa verde – Verdi, Modena civica e M5s), i progetti di sviluppo dello stadio Braglia (due distinti documenti presentati da Lega Modena e Forza Italia e da Pd, Sinistra per Modena e Modena civica), il nuovo polo logistico di Conad nord-ovest (Pd e Modena civica), l’introduzione del “vigile di quartiere” (Lega Modena, Fratelli d’Italia – Popolo della famiglia e Forza Italia) e la ricorrenza e le celebrazioni per il corpo degli Alpini e dell’Associazione nazionale alpini (Pd).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.