Carpi / Ospedale Ramazzini / minaccia di morte un infermiere: “Ti taglio la gola”

Altra aggressione al Pronto soccorso dell’ospedale Ramazzini di Carpi, ennesimo episodio di violenza nei confronti dei sanitari, che non si sentono più sicuri. «Ti taglio la gola, tu non sai chi sono io». Poco dopo è scoppiata una lite tra due pazienti e il personale è dovuto intervenire per dividerli.

Dopo i fatti di alcuni giorni fa, in cui un uomo, giunto in ospedale con l’ambulanza a causa di un incidente stradale, ha dato in escandescenze durante il trattamento sanitario, con improperi all’indirizzo dei sanitari e con aggressioni fisiche, rendendo l’intervento della guardia giurata e delle Forze dell’Ordine, un nuovo episodio di aggressione e violenza, questa volta verbale, è avvenuto lunedì al Pronto Soccorso dell’ospedale Ramazzini di Carpi. In particolare, si legge sulla “Gazzetta di Modena”, un uomo che, dopo essere già stato visitato, voleva saltare la fila perchè, a suo dire, doveva portare altri documenti al medico che lo aveva visitato, ha minacciato di morte un infermiere che ha provato a fermarlo, rivolgendosi a lui con la frase: “Ti taglio la gola, tu non sai chi sono io”. Sui fatti è intervenuto il sindacato degli infermieri Nursind: “Eravamo considerati degli eroi durante la crisi del Covid, poi improvvisamente siamo finiti nel nulla. Non possiamo tollerare di non essere protetti in ambito lavorativo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.