31 maggio, “No Tobacco Day”. Martedi premiazione di #fumoancheno, concorso per studenti (video).

Ripartiti in tutta la provincia i corsi per smettere di fumare. Secondo l’indagine PASSI il 26% degli abitanti tra 18 e 69 anni ha l’abitudine di fumare sigarette. L’Ausl Modena si è rivolta in particola ai giovani: a Mirandola un concorso video per i social media e la raccolta di mozziconi

Registrano una sostanziale stabilità i dati riguardanti l’abitudine al fumo di sigaretta in provincia di Modena con una percentuale di giovani fumatori che resta elevata. Questo il quadro generale emerso dall’ultima indagine PASSI (Progressi delle aziende sanitarie per la salute in Italia) relativa alla provincia di Modena per gli anni 2017-2020 e realizzata dal personale dell’Azienda USL attraverso 2.100 interviste.

In occasione del No Tobacco Day, la Giornata mondiale senza tabacco, il 31 maggio, l’Azienda sanitaria ha voluto sensibilizzare la popolazione, in particolare i giovani, sull’importanza di non fumare attraverso una campagna di comunicazione dedicata e iniziative specifiche che si sono tenute in tutti i distretti sanitari durante il mese di maggio. In particolare, è stato organizzato il concorso #fumoancheno rivolto agli studenti dell’istituto scolastico superiore Galilei di Mirandola con il coinvolgimento di decine di ragazzi nella produzione di video che invitano a smettere di fumare. La premiazione dei prodotti più interessanti avverrà domani, nell’occasione del No Tobacco Day.

I dati

Secondo l’indagine PASSI, il 26% degli abitanti in provincia di Modena tra 18 e 69 anni, pari a 122mila persone, fuma sigarette, cioè ha fumato più di 100 sigarette nella sua vita e fuma tutt’ora o ha cessato da meno di sei mesi. Il 21% è un ex fumatore e il 53% non ha mai fumato.

I dati, stabili negli ultimi dieci anni, sono in linea con la percentuale di fumatori regionale (27%) e nazionale (25%). L’abitudine al fumo cresce con l’età, nel periodo 2017-2020 ha raggiunto il picco a 30 anni ma resta tuttavia stabile ed elevata la percentuale di giovani che hanno l’abitudine di fumare sigarette. In provincia di Modena il 36% dei giovani tra 25 e 34 anni fuma sigarette, un dato che non accenna a diminuire registrando invece un lieve aumento rispetto al 35% del triennio precedente. Guardando la fascia dei 15enni, anche in questo caso il dato dei fumatori non accenna a calare ed è pari al 27% degli intervistati.

“I dati provinciali sono sostanzialmente stabili ma preoccupa l’elevato numero di giovani fumatori – sottolinea il dottor Massimo Bigarelli coordinatore del programma anti-fumo dell’Azienda Usl di Modena – in particolare sempre più giovani fumano sigarette elettroniche pensando che siano innocue: in realtà anche le sigarette elettroniche creano dipendenza non farmacologica ma comportamentale perché si assume un’abitudine. Non escludiamo, quindi, che i giovani che oggi fumano sigarette elettroniche possano in futuro fumare tabacco o cannabis”.

L’attività dei Centri anti-fumo

Da oltre vent’anni l’Azienda Usl Modena attiva progetti anti-fumo con Centri specializzati in tutto il territorio della provincia. Ogni anno vengono seguite in media 250 persone (suddivise tra i Centri di Mirandola, Carpi, Modena, Castelfranco Emilia, Vignola, Sassuolo e Pavullo) che vengono aiutate con programmi sanitari di disintossicazione. I programmi consistono principalmente in corsi intensivi per smettere di fumare: 12 incontri di 2 ore ciascuno per una durata complessiva di due mesi in cui si imparano regole per smettere di fumare.

Nel 2021 il perdurare della pandemia ha purtroppo costretto a ridurre l’attività dei corsi che comunque non si sono mai interrotti: sono 105 le persone che hanno partecipato con la modalità on line che viene utilizzata anche quest’anno a fianco della modalità tradizionale in presenza. Nel 2022 l’attività è ripresa a pieno regime utilizzando sia la modalità in presenza che la telemedicina, in particolare nel follow-up di controllo dopo il corso.

“L’efficacia dei corsi intensivi è provata, circa il 70% dei frequentanti è riuscito a smettere di fumare” spiega il dottor Bigarelli che suggerisce tre regole utili per smettere di fumare: “fissare con carta e penna la data dell’ultima sigaretta, scalare lentamente la quantità di sigarette fumate e fare lunghe camminate all’aria aperta per favorire l’ossigenazione”.

Nella pagina dedicata del sito Ausl Modena tutte le informazioni sui servizi attivi nel modenese e i centri anti-fumo http://www.ausl.mo.it/centriantifumo

Incontri, camminate e un concorso video per studenti

Dagli incontri alle camminate fino ai reading, sono state diverse le iniziative organizzate nel mese di maggio dall’Azienda USL in tutta la provincia per sensibilizzare la popolazione sull’importanza di smettere di fumare. Di particolare importanza il progetto rivolto ai giovani realizzato dal Distretto sanitario di Mirandola che ha coinvolto gli studenti dell’istituto superiore Galilei. Durante la Fiera di Mirandola è stata organizzata una camminata che ha coinvolto circa 25 studenti, nel tragitto tra la scuola e la piazza i ragazzi hanno raccolto mozziconi di sigaretta dalla strada, assieme ad Ausl e al Centro di educazione ambientale La Raganella, e si è tenuto un incontro in piazza con esperti di Ausl sui rischi legati al fumo. Durante tutto il mese gli studenti hanno inoltre partecipato ad un concorso video che si concluderà con la premiazione il 31 maggio all’interno della scuola: gli studenti dovevano realizzare un video sull’importanza di smettere di fumare e postarlo sui propri profili social con il tag #fumoancheno, il video che ha ottenuto maggiori visualizzazioni sarà premiato e verrà consegnato alla classe degli studenti vincitori un premio in denaro per acquistare materiale didattico, finanziato dalle aziende del territorio Imperiale Group, Menu srl e Grafica 2020 srl. Infine, in occasione del No tobacco day di domani l’Ausl di Modena lancerà sui propri profili social un video realizzato durante la raccolta di mozziconi di sigaretta e rivolto specificamente ai ragazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.