Soliera / Si va verso la perizia psichiatrica per la bay sitter

Si terrà domattina alle 9 nel carcere ‘Sant’Anna’ di Modena l’udienza di convalida dell’arresto di Monica Santi, la babysitter 32enne di Carpi indagata dalla procura di Modena per tentato omicidio.

Dopo l’accaduto la donna si è, fin qui, chiusa nel silenzio, non aggiungendo altro ad una richiesta di informazioni sulle condizioni di salute del bambino.

Per questo motivo non è da escludere che il giudice possa disporre una perizia sulle condizioni mentali dell’arrestata, così come potrebbe chiedere la difesa, l’avvocato Francesca Neri.
Martedì a Soliera sarebbe stata lei, secondo le testimonianze, a far cadere un bambino di tredici mesi da una finestra al secondo piano della casa in cui si stava occupando del minorenne, ora in prognosi riservata all’ospedale Maggiore di Bologna. A quanto si apprende non sarebbe in pericolo di vita.
Alla base dell’arresto ci sono anche i racconti di una donna delle pulizie e di una vicina che inducono carabinieri e pm a ritenere la 32enne responsabile dell’accaduto.
Santi, una volta che le due donne hanno visto il minore a terra sul retro dell’abitazione, avrebbe riferito la frase: “Il bimbo ora è libero”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.