Controlli della Polizia nelle zone ‘calde’ della città. 116 persone identificate

Continuano i controlli straordinari, nell’ambito dell’operazione “Alto Impatto”, disposti dal Questore di Modena e mirati alla prevenzione e repressione dei reati predatori, del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti e dell’immigrazione clandestina.

L’attività, iniziata nel primo pomeriggio di giovedi e proseguita fino a tarda notte, ha riguardato principalmente le zone Novi Sad, Tempio e la Stazione Ferroviaria, interessate anche dal concerto presso lo Stadio Braglia del cantante Ultimo, con la presenza di migliaia di fans, provenienti da tutta Italia.

L’attività, coordinata dall’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, è stata svolta assieme alla Squadra Volante, e con cinque equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato.

Effettuate verifiche, estese agli avventori, anche presso due esercizi pubblici nella zona interessata dai controlli.

116 le persone e controllate, 48 gli automezzi. Predisposti otto posti di controllo per il monitoraggio dei flussi veicolari in ingresso ed uscita dalla città. Non sono state rilevate particolari criticità.

Un cittadino straniero, irregolare sul territorio nazionale, è stato denunciato in stato di libertà per inosservanza delle norme sugli stranieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.