Si apre la rassegna ‘musiche sotto il cielo’

Si apre alle 21 di oggi, nel Cortile del Melograno dell’Istituto Venturi di Modena in via dei Servi 21, la rassegna “Musiche Sotto il Cielo”. Il concerto, eseguito nel contesto dell’edizione Musiche Migranti de L’altro suono festival, vedrà il gruppo Dabaghyan Quintet impegnato nell’esecuzione di musica di tradizione armena. In scena, un ensemble di strumenti popolari con Gevorg Dabaghyan al duduk, Karine Hovhannisyan al qanun, Armen Ayvazyan alla kamantcha, Grigor Takushyan al duduk-dam e Kamo Khachatryan al dhol. Il suono suggestivo e misterioso dello strumento eletto a simbolo della musica armena, il duduk, rievoca lo spirito di un popolo che a varie riprese lungo il corso della propria storia millenaria, ha subìto innumerevoli persecuzioni e devastazioni provocate da guerre, invasioni, massacri, minacce di conversione, deportazioni forzate culminate nel genocidio del 1915, da sempre negato dallo stato erede dei perpetratori. Strumento dal timbro caldo, leggermente nasale e dalla sonorità fortemente evocativa, il duduk accompagna i canti e le danze di tutte le regioni dell’Armenia, oltre che essere lo strumento privilegiato durante le cerimonie matrimoniali o funebri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.