In Consiglio comunale la quinta variazione di bilancio

Nella seduta di giovedì 21 luglio prevista anche la discussione di un’interrogazione sulla sicurezza in zona stazione. I cittadini possono seguire i lavori in streaming sul sito dell’ente

Una variazione di bilancio, la quinta da inizio anno, rappresenta uno degli argomenti principali della seduta di giovedì 21 luglio del Consiglio comunale di Modena, in cui viene affrontato anche il tema della sicurezza nella zona della stazione dei treni, con un’interrogazione a cui risponde il sindaco Gian Carlo Muzzarelli. I lavori dell’Assemblea sono convocati nell’aula consiliare, come di consueto nel rispetto delle disposizioni di sicurezza sanitaria anti-Coronavirus, e sono trasmessi in diretta streaming sul sito web istituzionale dell’ente (www.comune.modena.it/il-governo-della-citta).

La seduta inizia alle 15 con la discussione di quattro interrogazioni, a partire da due distinte istanze sulla presenza dei nomadi in città, in via Divisione Acqui (proposta da Fratelli d’Italia – Popolo della famiglia) e nel parcheggio del parco Ferrari (Forza Italia). Le altre interrogazioni si concentrano sulla sicurezza in corso Vittorio Emanuele II e nella fascia Tempio – stazione (Pd) e sul tema “La Fondazione Cresci@amo e la concreta possibilità di realizzazione dei valori e delle finalità di cui afferma di essere portatrice” (Fratelli d’Italia – Popolo della famiglia).

I lavori continuano con l’appello, alle 16, e a seguire è prevista la votazione di tre delibere. I provvedimenti riguardano lo schema di convenzione tra il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca e i Comuni di Modena e Carpi dopo la statalizzazione dell’istituto di studi superiori musicale “Vecchi-Tonelli”; la variazione di bilancio, con la verifica degli equilibri e il relativo assestamento, e sull’aggiornamento del Dup 2022-2024, del Programma biennale degli acquisti di forniture e servizi 2022-2023 e del Programma triennale dei lavori pubblici 2022-2024; l’aggiornamento del protocollo tra il Comune e la Fondazione Hospice Modena per la realizzazione della struttura residenziale di cure palliative a Villa Montecuccoli.

Infine, l’Assemblea ha in programma la discussione di tre mozioni: “Realizzazione dell’infrastruttura Modena-Lucca” (presentata da Lega Modena, Fratelli d’Italia – Popolo della famiglia e Forza Italia); “Modena culla della lirica” (Europa verde – Verdi); “Progetti di mobilità sostenibile per il centro storico attraverso velocipedi a pedalata assistita” (Movimento 5 stelle).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.