Sassuolo, è arrivata l’ora di vincere

Questa sera esordio stagionale ufficiale al Mapei: dopo due sconfitte con Modena e Juve, serve battere il Lecce per rimettersi in carreggiata e per rialzare il morale della truppa.

Al Mapei stasera c’è il Lecce ma tutta la settimana è stata condizionata dalle voci e dai movimenti di mercato. Dopo Scmacca se ne è andato anche Raspadori. Mister Dionisi nella solita conferenza inizia proprio da qui. “Era nell’aria – commenta – quando si hanno giocatori giovani e bravi, è normale che le squadre più importanti e blasonate, con obiettivi più alti, possano venire a cercarli e a prenderli, perché hanno questa forza e questo appeal. L’unica cosa che si può fare è guardare avanti, cercando di sostituirli nel modo migliore, con l’organizzazione di squadra e le qualità individuali. Io credo che i nuovi abbiano le carte in regola per fare bene, qualcuno è più avanti, qualcun altro avrà bisogno di un poi’ di tempo”. L’uscita di Giacomo Raspadori è pesante, come quella di Scamacca e come l’infortunio di Traorè, ma tutte le società vanno avanti, e il Sassuolo ha dimostrato di saperlo fare. Il nostro obiettivo è non far rimpiangere chi non c’è più e far parlare di chi c’è”. Poi c’è l’infortunio di Muldur a complicare ancora di piu le cose. “Tornerà sicuramente più forte di prima perché, se uno ha carattere, gli infortuni ti migliorano. Per noi è una perdita, ma è anche un’opportunità per chi giocherà».Devo dire che non siamo in troppi, siamo abbastanza, numericamente potremmo essere qualcuno in più. Ad oggi credo che qualcuno potrebbe arrivare, ma ora dobbiamo pensare alla partita con il Lecce. Mi dispiace per Mert, l’operazione è andata benissimo, e questa ora è la cosa più importante”. Già, il Lecce: “Mi aspetto una partita difficile. Affrontiamo una squadra molto motivata, ben allenata, molto organizzata, che fa una fase d’attesa molto pericolosa perché è aggressiva in ripartenza, ha qualità individuali nei giocatori offensivi. Il Lecce verrà qui con entusiasmo, tutte le neopromosse mettono qualcosa in più e non dovremo farci trovare impreparati”.

Sulla probabile formazione: “Pinamonti potrebbe partire dall’inizio, è bravo, sta bene, sono molto contento che sia arrivato, sono certo sarà d’aiuto ed è il giocatore giusto per sostituire chi è andato via”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.