Tesser: “Deluso per il risultato, ma la prestazione è stata super”

Il tecnico del Modena commenta il 4-2 di Cremona ed elogia i suoi, sempre in partita. La Cremonese conquista gli ottavi di finale di Coppa Italia: la formazione di Alvini batte 4-2 il Modena nel match dello Zini valido per i sedicesimi grazie alla doppietta di Sernicola (111′ e 120′) nei tempi supplementari. Nei primi 90′, dopo il doppio vantaggio dei padroni di casa con Okereke (77′) e Afena-Gyan (84′), c’era stata l’incredibile rimonta in 2 minuti degli uomini di Tesser con la doppietta di Diaw (88′ e 90′). I grigiorossi si guadagnano il diritto di sfidare il Napoli di Luciano Spalletti.

L’allenatore del Modena Attilio Tesser alla fine è soddisfatto della prestazione dei suoi che in campo hanno dato tutto ma si rammarica per il risultato, che avrebbe potuto essere diverso. “C’è un minimo di delusione per il risultato – afferma – ma non per la prestazione. Abbiamo fatto tanta fatica per nulla. Il rammarico è quello di avere un’altra partita tra poche ore e non c’è tempo per recuperare. Siamo soddisfatti della gara di oggi, ma adesso bisogna ricaricare subito le batterie in vista di Pisa. Finchè abbiamo avuto gamba la nostra prestazione è stata ottima, tenere cento minuti in inferiorità numerica è un segnale di buona condizione generale. Abbiamo avuto tante opportunità e anche la prima occasione più importante nei supplementari l’ha avuta Gerli. I ragazzi hanno risposto bene e questa è una cosa positiva, anche se a livello individuale sapevo quello che potevano fare e non avevo grossi dubbi. Dispiace per aver subito il quarto gol perchè non c’è stato un divario così ampio in questa partita. Espulsione? Magnino è un giocatore corretto e generoso, non si risparmia mai, nemmeno in allenamento. L’arbitro è stato troppo fiscale perchè quel fallo meritava un richiamo ma non un altro giallo. Diaw? Ha sentito una fitta al ginocchio, aspetteremo gli accertamenti e speriamo che non sia nulla di importante. Dopo il suo infortunio ero tentato di inserire Azzi davanti, sempre per dare profondità, poi avendo un attaccante di ruolo ho deciso di inserire Falcinelli”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *