In preda ad un raptus appicca il fuoco in casa, due inquilini in gravi condizioni

18 intossicati e 2 ustionati gravi. Notte di paura in via Emilia Ovest: un uomo ha cosparso di benzina l’appartamento per poi appiccare il rogo. Si segue il movente della lite con un’altra persona

Due persone gravemente ustionate e 17 intossicati. Questo il bilancio del furioso incendio che si è verificato ieri sera, mercoledi, poco prima di mezzanotte in un appartamento di via Emilia Ovest a Modena, nei pressi dell’incrocio con via San Cataldo.
Secondo una prima ricostruzione fatta dai dei vigili del fuoco, subito intervenuti, e che hanno messo in salvo gli abitanti del palazzo, le fiamme sono state volontariamente appiccate da un uomo che, in preda ad un raptus, ha svuotato il contenuto di almeno una tanica di benzina da dieci litri nel proprio appartamento, poi ha appiccato il fuoco, Non è escluso che l’uomo abbia gettato benzina anche addosso alla persona che vive con lui.
Le fiamme si sono rapidamente propagate, il fumo denso e un odore acre ha iniziato a diffondersi in tutto il palazzo. I residenti, molti dei quali a letto, sono stati svegliati da alcuni botti provocati dall’incendio, e dall’odore del fumo denso.
Le due persone che vivono nell’appartamento da dove sono partite le fiamme sono state trasportate con l’elisoccorso agli ospedali di Cesena e Parma, dove sono ora ricoverate in camera iperbarica. Le loro condizioni sono gravi. Sul posto la polizia locale e la polizia di Stato. Indagini sono in corso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.