Coronavirus / Ausl: “Aumento contagi tra i giovani”. Da lunedi si al vaccino senza prenotazione

La misura adottata dalla Regione vale per i ragazzi dai 12 ai 19 anni. Brambilla: “4 aree con aumento più marcato, sono quelle di Carpi. Sassuolo, Vignola e Pavullo”

I contagi da Covid aumentano a livello generale, ma sono soprattutto le fasce d’età più giovani, quelle tra le quali la percentuale di vaccinati è più bassa, a registrare l’aumento più sensibile. Il trend emerge dai dati comunicati ieri dal direttore generale dell’Ausl Antonio Brambilla. In particolare, la fascia d’età in cui l’aumento è stato più importante nelle ultime due settimane è quella compresa tra 19 e 24 anni, passata da un’incidenza di 70 casi ogni 100mila abitanti a metà luglio a 373 contagi per 100mila residenti nella settimana 4-10 agosto. A preoccupare è anche l’andamento nella fascia 14-18 anni, che un mese fa era a 213 casi per 100mila abitanti e ora è a 264 contagi. E se i contagi tra i bambini continuano a essere bassi, durante la scorsa settimana la fascia 6-10 anni ha superato quota cento contagi ogni 100mila abitanti. Stabili le altre fasce d’età, in particolar modo per quanto riguarda gli over 60, che sono in larga parte vaccinati. Nel frattempo, la variante Delta ha preso il sopravvento, risultando l’unico ceppo virale presente sui tamponi positivi registrati dal 2 agosto in poi. Per quanto riguarda la distribuzione dei contagi nei distretti sanitari, il direttore Brambilla ha fatto sapere che «le aree con l’aumento più marcato sono quelle di Carpi, Sassuolo, Vignola e Pavullo, mentre a Modena, Castelfranco e Mirandola i dati sono sotto la media provinciale».Nel frattempo, la Regione Emilia Romagna è pronta a far partire le somministrazioni senza prenotazione per i giovanissimi: da lunedì prossimo, infatti, tutte le ragazze e i ragazzi di età compresa tra 12 e i 19 anni potranno recarsi presso i centri vaccinali attivi da Piacenza a Rimini per ricevere la vaccinazione senza prenotazione. La Regione ha voluto quindi rispondere in modo tempestivo alla richiesta del generale Figliuolo per garantire ai giovani la ripresa in sicurezza del prossimo anno scolastico e delle attività sportive. Ad oggi in Emilia-Romagna sono già 155.908, il 47,6% del totale, i giovani tra i 12 e i 19 anni che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino, mentre 88.366 (27%) hanno completato il ciclo con doppia dose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *