Intanto il Sindaco Bellelli scrive alla Federcalcio appellandosi all’articolo 52 del Noif

Il primo cittadino risponde al no del Sindaco di Correggio per cambiare il nome in Carpi-Correggese e chiede di avere un titolo in serie D

Sulla della vicenda del Carpi, dopo gli ostacoli emersi per trasferimento e cambio di denominazione della Correggese, l’amministrazione comunale di Carpi si muove per tentare di dare continuità al calcio in città. In una nota, il sindaco Alberto Bellelli ha reso noto che “l’Amministrazione comunale nei giorni scorsi ha scritto alla Federcalcio, richiedendo di poter aderire all’articolo 52 comma 10 delle NOIF (le Norme organizzative interne della Federazione) che prevede la possibilità di avere un titolo sportivo di Serie D. Domani – conclude la nota – verrà pubblicata la specifica manifestazione di interesse”.
Ecco il post pubblicato su Fb
“L’ Amministrazione comunale di Carpi – a tutela della continuità dell’attività calcistica – nei giorni scorsi ha scritto alla Federazione Italiana Gioco Calcio richiedendo di potere adire all’articolo 52 comma 10 che prevede l’opportunità di avere un titolo sportivo di serie D. Nella giornata di sabato 14 agosto verrà pubblicata la specifica manifestazione di interesse. >>
Alberto Bellelli, Sindaco di Carpi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.