‘Vola alta parola’, ai Giardini Ducali spazio alla Poesia (video)

Lunedì 23 agosto l’appuntamento inserito all’interno del Poesia Festival: venti autori locale daranno vita a un’antologia corale di poesia italiana e internazionale

La poesia torna a risuonare alla palazzina dei Giardini ducali con “Vola alta parola – Voci emiliane di poesia”, l’appuntamento modenese del Poesia Festival che, prendendo spunto da un verso di Mario Luzi, rappresenta un’iniziativa ormai ricorrente delle estati in città, offrendo un momento ad alta densità poetica. Quest’anno sono venti le voci chiamate ad alternarsi sul palco, una platea di artisti originari di Modena, Bologna e Reggio Emilia con sensibilità, storie e percorsi molto diversi tra loro che daranno vita a un’antologia corale di poesia italiana e internazionale. L’appuntamento, a ingresso gratuito, è in programma per lunedì 23 agosto alle ore 21; la prenotazione è obbligatoria (biglietteria@emiliaromagnateatro.com).

L’iniziativa è stata presentata in una conferenza stampa ai Giardini ducali alla presenza di Andrea Bortolamasi, assessore a Cultura, Politiche giovanili e Città universitaria del Comune di Modena; Roberto Alperoli, ideatore e direttore del Poesia Festival; Elisa Nanini, poetessa.

“Modena città dei festival – ha affermato l’assessore Bortolamasi – trova col Poesia Festival il suo ideale avvio: la parola e le sue diverse forme, per una serata dedicata alle voci emiliane. La nostra città è sempre più “città pensante”, che attrae, ospita, progetta festival culturali di alto profilo, che dialogano con la città e che accompagneranno i modenesi e le modenesi nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, all’insegna della cultura diffusa”.

Il programma della serata prevede la lettura, da parte di ciascun autore, di un proprio testo poetico e di quello di un altro poeta a sua scelta, italiani ed esteri, dando così spessore internazionale all’appuntamento. A risaltare potrà essere anche il carattere intergenerazionale della serata, peraltro una delle cifre caratteristiche del Poesia Festival: sul palco sono attese, infatti, voci di rilievo nazionale e con una lunga esperienza alle spalle come Francesca Serragnoli, Emilio Rentocchini, Alberto Bertoni, Roberto Alperoli, Pier Damiano Ori e Andrea Gibellini. Ad affiancare gli autori più noti c’è la partecipazione di volti “nuovi” del panorama culturale contemporaneo come le giovanissime poetesse Matilda Randighieri, Elisa Nanini, Elena Chiara Giusti e Beatrice Zerbini, protagonista di un esordio poetico straordinario. Gli altri autori presenti sono Marco Bini, Paolo Donini, Marta Fiandri, Guido Mattia Gallerani, Nicola Manicardi, Stefano Massari, Guido Monti, Silvia Secco, Stefano Serri e Giusy Stefani.

La presentazione della serata, in collaborazione con Ert Emilia Romagna Teatro Fondazione, è affidata all’attrice Diana Manea; mentre Morgana Rudan (arpa) e i componenti del “Duo Sconcerto” Andrea Candeli (chitarra) e Matteo Ferrari (flauto), tutti e tre artisti di riconosciuto valore nazionale, si occupano della parte musicale.

Per accedere all’iniziativa è necessario esibire il Green pass (in formato cartaceo o digitale) insieme alla prenotazione, da effettuarsi via posta elettronica (biglietteria@emiliaromagnateatro.com) o presso la biglietteria del teatro Storchi (059 2136021) da martedì a venerdì dalle 10 alle 14; il sabato dalle 10 alle 14 e dalle 16.30 alle 19, direttamente ai Giardini, la sera stessa, a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

La rassegna “I Giardini d’estate” è promossa dal Comune nell’ambito dell’Estate modenese 2021 ed è affidata per il secondo anno consecutivo a Emilia Romagna Teatro Fondazione; la rassegna è realizzata in collaborazione con il Teatro Comunale Luciano Pavarotti, con il sostegno di Fondazione di Modena e del Gruppo Hera, e col patrocinio della Regione Emilia-Romagna. Il programma completo è scaricabile dal sito dell’Ente (www.comune.modena.it/estate2021).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *