SERIE A / Sassuolo all’esame Mou con un Berardi in più nel motore (video)

Il tecnico Dionisi. “Non andiamo a fare le vittime sacrificali. dovremo avere coraggio, tirare fuori le nostre qualità, non subire l’avversario, approcciare la gara nel modo giusto”

Torna la serie A dopo la sosta per la Nazionale e il Sassuolo di Dionisi è subito chiamato alla prova del 9 in casa della Roma di Mourinho. Un esame per la truppa neroverde, che nelle prime due giornate ha bene impressionato sfiorano anche l’ein plein di vittorie. Ma adesso c’è la Roma lanciatissima e mister Dionisi spiega. “Veniamo da una prestazione positiva con la Sampdoria, non da bottino pieno, forse non abbiamo ottenuto quanto meritavamo, a volte può succedere. Sappiamo che affronteremo un avversario forte, però ci siamo allenati bene per rispondere “presente”». Il mister neroverde può mandare in campo il trio della nazionale e delle meraviglie, formato da Berardi, Scamacca e Raspadori. “Si parla tanto dei tre della Nazionale italiana, come giusto che sia visto che siamo in Italia, però sono contento e orgoglioso di allenare ben nove ragazzi che erano nelle rispettive nazionali e sono sicuro che a questi, nel corso del campionato, se ne aggiungeranno altri. Sono rientrati il prima possibile, con la voglia di dimostrare e si sono messi a disposizione. È normale che noi, come le altre squadre, Roma compresa, non abbiamo avuto tutto l’organico a disposizione per preparare la partita, se non da venerdì, però andiamo a Roma per giocarcela. “Ci aspetta una partita difficile, con tanto pubblico, contro una Roma diversa rispetto all’anno scorso, che ha voglia di difendere, che sa ripartire per mettere in difficoltà, per predisposizione di squadra e per caratteristiche individuali. Però noi siamo noi e possiamo dire la nostra, non andiamo lì come vittime sacrificali, sappiamo di essere sfavoriti sulla carta, però tante volte poi il campo non conferma la carta, nel lungo periodo forse sì, in una partita secca non è detto, può accadere di tutto. Bisogna sempre dimostrare di essere in grado di superare le difficoltà, probabilmente ne vivremo qualcuna in più rispetto alla gara precedente, dovremo essere bravi, ma sono sicuro che le nostre occasioni le avremo e riusciremo a essere la squadra che siamo stati contro la Sampdoria, fermo restando che dovremo essere bravi a limitare loro e a metterli in difficoltà.Nei nostri giocatori abbiamo le qualità per farlo.Serviranno coraggio e voglia di giocare, ma questo non ci manca, così come la qualità, e poi servirà un pizzico di fortuna perché, quando giochi con squadre così forti, qualcosina lo concedi a priori”.
Mister Dionisi non ha problemi di formazione. “La rosa è al completo – fa sapere – a parte Romagna e Obiang che sappiamo non rientreranno nel breve, gli altri sono tutti disponibili e convocati. Henrique e Harroui vengono da paesi diversi, non parlano l’italiano, hanno magari anche concetti diversi in testa. Harroui è più vicino, perché viene da un campionato già iniziato, Henrique è disponibile, potrebbe già giocare, ma rispetto ad Abdou per ritrovare la condizione ha bisogno di altri allenamenti. Berardi è disponibile, poi se partirà dall’inizio o meno questo ancora non l’ho deciso, però c’è, quindi molto probabilmente giocherà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.