Cavezzo / Muore a 49 anni schiacciato da un macchinario

Incidente agricolo questa mattina nelle campagne della Bassa Modenese, a Disvetro di Cavezzo. A perdere la vita, mentre lavorava nei campi, è stato un agricoltore di 49 anni, che, a quanto risulta, sarebbe rimasto incastrato in un macchinario, dalle prime informazioni utilizzato per l’irrigazione. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, i vigili del fuoco e la medicina del lavoro, ovviamente oltre ai sanitari del 118.

Tragedia sul lavoro questa mattina nelle campagne di Disvetro, un uomo ha perso la vita mentre lavorava con un macchinario per l’irrigazione in via Pioppa. Vittima un operaio agricolo, di origini cinesi, di 49 anni, residente poco distante dal luogo dove ha perso la vita: stava riavvolgendo dei tubi per irrigare i campi.

Ancora un infortunio sul lavoro dall’esito peggiore. Un agricoltore di origine cinese è morto questa mattina a Disvetro di Cavezzo mentre lavorava nei campi di via Pioppa. Era l’ultimo giorno per irrigare i campi con l’acqua della bonifica. E come accadeva di frequente ha iniziato a lavorare di buon ora, poi, forse, una svista, un movimento che con molte probabilità aveva fatto molte volte prima: intorno alle 10, un operaio agricolo, di cittadinanza cinese, di 49 anni, residente nei dintorni di Cavezzo, sposato, è rimasto ucciso mentre, pare, stesse riavvolgendo dei tubi per l’irrigazione dei campi. Agganciato al trattore attraverso un gancio cardanico, e, pare, da una prima ricostruzione sia rimasto, inavvertitamente, impigliato.
La Cisl in un comunicato firmato Daniele Donnarumma (segretario generale Fai Cisl) afferma: “Di solito questo tipo di incidenti si verifica in montagna, dove gli agricoltori lavorano su terreni con forti pendenze – il fatto che sia accaduto in pianura e abbia coinvolto un lavoratore straniero suggerisce l’ipotesi di una formazione professionale non del tutto adeguata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *