Mat / Lunedì all’insegna dei seminari e incontri

dalla storia della Charitas alla cura della persona nelle dipendenze patologiche e nella salute mentale

Lunedì di Màt all’insegna dei seminari e incontri: dalla storia della Charitas alla cura della persona nelle dipendenze patologiche e nella salute mentale
Giornata all’insegna delle iniziative culturali e sociali per Màt: dal seminario che riflette sullo spazio che ognuno di noi definisce “casa” al racconto dell’evoluzione della Charitas al quale parteciperanno anche le autorità cittadine. Poi ancora spettacoli teatrali, mostre fotografiche, convegni e incontri
La mattina di domani, lunedì 18 ottobre, inizia a Modena con il seminario “Restiamo a Casa, ma quale casa?”, a cura di Caleidos Cooperativa Sociale Onlus, in programma alle 9.30 presso Lo Spazio Nuovo in via IV Novembre 40/B. Un momento di riflessione sul rapporto con lo spazio che ognuno di noi definisce “casa”. Sulla scia del #restiamoacasa, gli operatori che lavorano a vario titolo nell’ambito dell’inclusione sociale si sono infatti dovuti confrontare con criticità del tutto nuove nel lavoro con le persone più fragili.

Nel pomeriggio, alle 16.00, presso la chiesa di Gesù Redentore in Viale Leonardo Da Vinci 270 al via “La passione del possibile”, passato e presente di ASP Charitas. Un’occasione per presentare il filmato relativo al passato dell’azienda di servizi alla persona e il libro “La passione del possibile” di Ciro Ruggerini, Mauro Rebecchi, Paolo Seghedoni, Chiara Arletti e Gabriele Benatti, nel quale si descrive l’evoluzione dell’assistenza al Charitas degli ultimi tre decenni parallelamente alle concezioni culturali che l’hanno sostenuta.Durante l’iniziativa viene inoltre presentata la mostra fotografica “Il camminante” che rappresenta l’evoluzione e il cammino sia degli ospiti sia della residenza. All’iniziativa intervengono: il Sindaco di Modena Giancarlo Muzzarelli, il Presidente della Provincia di Modena Gian Domenico Tomei, l’Arcivescovo di Modena e Nonantola Erio Castellucci, Fabrizio Starace, Paolo Cavicchioli, Mauro Rebecchi, Ciro Ruggerini, Cesare Cornaggia, Aldo Moretti, Giuliano Stenico, Paolo Seghedoni, Chiara Arletti.

Sempre alle 16.00 presso La tenda (Viale Monte Kosica angolo Viale Monza) appuntamento con la tavola rotonda “Parole alate”, dedicata agli écrits bruts: scritti grezzi analoghi alle opere dell’Art brut, ma meno conosciuti e dibattuti, raccolti soprattutto negli ospedali psichiatrici che hanno finora trovato difficoltà ad integrarsi nel campo letterario. Si parla invece di “Curarsi del corpo, nelle dipendenze patologiche e nella salute mentale: interventi efficaci” nel seminario in programma alle 16.30 (da remoto) a cura di Settore Dipendenze Patologiche Ausl Modena, Medicina dello Sport, Cooperativa Gulliver, Associazione Papa Giovanni XXIII, Nefesh, Gruppo Ceis. Tema centrale la divulgazione dei fondamenti scientifici della pratica di attività fisica in persone con dipendenza patologica e problemi di natura psichica.
Presentazione dei libri “Quale psichiatria” e “Un virus classista” alle 18.30 a cura di Edizioni Alpha Beta Verlag – Collana 180 presso La Tenda. Gli autori Franco Rotelli e Benedetto Saraceno dialogano con Luca Negrogno e a seguire, alle 21.00 spazio alla musica con “Agricura® in Rap” a cura di Terra Mia Geminiana Società Agricola Cooperativa Sociale. I partecipanti agli atelier di Agricura® condotti da “Terra Mia Geminiana” (società agricola cooperativa sociale) in collaborazione con l’associazione “Insieme a noi” esprimono e condividono all’esterno vissuti e riflessioni maturate durante l’esperienza dell’Agricura® attraverso alcune canzoni in stile rap.

A Carpi invece domani mattina alle 9.00 presso la Sala delle Vedute (Castello dei Pio, Piazza Martiri) si parte con il convegno “Chi tutela i diritti degli amministrati? Gli elementi di crisi degli amministratori di sostegno” a cura di Dipartimento di Salute Mentale Adulti Ausl Modena Area Nord, Social Point Progetto di Inclusione Sociale del DSMDP di Modena. Evento accreditato con possibilità di seguire la diretta streaming. Ci si sposta a Festà, la piccola frazione di Marano sul Panaro dove, presso il Campanile delle chiesa (Strada per Festa), si terrà “Imprevisto e disturbo ossessivo compulsivo” a cura di Centro Sociale Papa Giovanni XXIII – Società Cooperativa Sociale Onlus. Verrà realizzata una mostra fotografica partendo dalla fotografie fatte dagli utenti ospiti della struttura. Appuntamenti serali in provincia: a Castelnuovo Rangone alle 20.00 si tiene l’incontro “La salute mentale in adolescenza e preadolescenza ai tempi della pandemia: strategie di prevenzione e integrazione tra scuola, servizi e territorio” mentre a Bomporto alle 21.00 presso il teatro comunale di via Verdi 8/A va in scena “Svegliarsi in un sogno”. Appuntamento anche fuori provincia in programma per domani.

Màt è promossa dall’Azienda USL di Modena e organizzata da Arci Modena, la manifestazione è realizzata grazie al contributo – per il sesto anno consecutivo – di Fondazione di Modena, che promuove progetti innovativi capaci di garantire un sostegno più efficace alle persone in condizione di vulnerabilità, e di BPER Banca, che da questa edizione ha scelto di abbracciare il progetto. Màt è sostenuta anche da Coop Alleanza 3.0.
La Settimana della Salute Mentale coinvolge a fianco delle istituzioni pubbliche, le associazioni di volontariato, la cooperazione sociale e i gruppi informali di cittadini attivi: la manifestazione è gratuita e aperta a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.