Tesser: “Soddisfatto del risultato, preoccupato per Pergreffi”

Il tecnico del Modena a fine partita analizza la sfida con la Vis Pesaro e pensa al suo difensore uscito per un problema serio al ginocchio. “Vittoria rovinata da questo incidente, sono preoccupato, volevo vincere per noi, senza guardare agli altri. abbiamo sofferto, ma è normale che sia cosi”

Attilio Tesser. “Vincere oggi è stato importante, al di là del pari di Reggio, volevamo vincere e ci siamo riusciti, guardiamo in casa nostra. E’ stata dura, ma lo sapevo, è difficile ogni partita, mi spiace per non aver chiuso il primo tempo in vantaggio con le occasioni di Minesso, accettiamo il rigore, nella ripresa siamo stati bravi a soffrire, un po’ di difficoltà c’è stata ma va bene cosi, oggi mi spiace per quello che è accaduto a Pergreffi, sarebbe un grande problema se dovesse rimanere fuori per molto tempo, le premesse non sono buone, vedremo domani dopo gli esami. Minesso? Ha avuto due grandi occasioni una per andare sul 2.0. ha fallito due occasioni ma è sempre lì, ha il fiuto del gol, Bonfanti è andato bene, ha lottato, ha fatto reparto davanti, deve tornare in condizione dopo l’infortunio. Il doppio tre-quartista? Potrebbe anche rimanere questa soluzione, oggi Tremolada ha giocato più avanti quasi da seconda punta. Io dico che non vincono i moduli ma la mentalità che ci portiamo dietro, oggi siamo stati bravi. Le sostituzioni? Chi è entrato non aveva le gambe per giocare tutta la partita, sono stati bravi a sacrificarsi, anche Rabiu è stato bravo. Sabato ad Ancona tornerà Gerli ma perderemo qualun altro”

Marco Banchini, allenatore Vis. “C’è l’amarezza per non aver fatto il punto, abbiamo fatto una gara di concretezza superiore al Modena, nei primi 15′ abbiamo sofferto emotivamente, ma poi abbiamo dimostrato di essere vivi e di crederci, abbiamo creato situazioni positive nel secondo tempo, Gagno è stato bravo ad evitare i pericoli, oggi un punto valeva doppio per noi e mi dispiace non averlo portato a casa, ma sono fiducioso per il futuro. Reggiana e Modena che abbiamo affrontato in otto giorni sono due squadre diverse, la Reggiana vuole dominare le partite con il possesso, il Modena gioca sul talento dei giocatori offensivi, è più pragmatica, il Modena è più forte nella qualità, con la Reggiana abbiamo perso anche meritatamente, la Reggiana prova a partire da dietro, il Modena prova ad innescare le sue punte; oggi rispetto alla gara di domenica scorsa siamo stati in partita fino all’ultimo. Nel calcio conta solo il risultato, il Modena ha vinto e noi siamo arrabbiati, abbiamo costretto il Modena ad abbassarsi e a mettersi a cinque. Il nostro portiere ha fatto una sola parata, il Modena ha vinto la partita, noi abbiamo cercato di fare la partita e ci siamo riusciti. Il risultato ci penalizza, il Modena è stato bravo a sfruttare le occasioni, bravo il Modena. Abbiamo provato a giocare e a tenere la palla, adesso dovremo portare a casa anche i punti”.

Minesso: “Ho avuto tre occasioni ho concretizzato la più difficile, ho creduto sul tiro di Tremilada, ci sono andato e sono contento per il mio gol e per la vittoria, che è la cosa più importante. Il colpo di testa finito fuori? E’ stato un errore, dovevo solo spingerla in gol, è staton un gol sbagliato. Tremolada mi aveva dato una grande palla. I miei gol? Potevano essere anche di più, ma l’importante è che servano alla squadra e per arrivare in alto. Con Bonfanti siamo amici, c’è rispetto, siamo un gruppo forte, vogliamo continuare su questa linea”.

Baroni: “Mi spiace per Pergreffi, l’ho sostituito e appena sono entrato abbiamo preso un rigore dubbio, ma poi abbiamo ripreso a fare il nostro gioco e sul 2-1 ci siamo difesi bene. E’ una vittoria importante che ci dà fiducia e ci fa capire che siamo una squadra forte. Il rigore? Mi è sembrato dubbio, un contrasto tra Ciofqani e Rossi, non l’ho rivisto però mi sembrava dubbio. personalmente io vivo bene questa stagione c’è competizione, ci sono tutti giocatori bravissimi mi alleno bene e cerci di farmi trovare pronto quando il mister mi chiama, tutti siamo concentrati sul progetto dlela società. Io vengo da un’operazione al crociato, adesso mi alleno bene e sono in condizione”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.