Modena asfalta la Pistoiese e vola in vetta con la Reggiana

TABELLINO
MODENA-PISTOIESE 6-1
Reti: 11′ Scarsella, 24′ Minesso, 32′ Scarsella, 34′ Azzi, 53′ Scarsella, 72′ Vano, 83′ Rabiu
Modena (4-3-2-1): Gagno; Ciofani (71′ Maggioni), Silvestri (5′ Ponsi), Baroni, Azzi; Armellino, Gerli (67′ Di Paola), Scarsella; Duca (71′ Rabiu), Tremolada; Minesso (67′ Renzetti). A disposizione: Narciso, Maggioni, Renzetti, Ponsi, Rabiu, Castiglia, Di Paola, Spaggiari. All. Tesser
Pistoiese (3-5-2): Crespi; Gennari, Ricci, Sottini; Moretti, Romano (46′ Valiani), Santoro (50′ Tempesti), Castellano (79′ Mal), Martina; D’Antoni (46′ Stijepovic), Pinzauti (46′ Vano). A disposizione: Toselli, Donini, Sabotic, Valiani, Stijepovic, Tempesti, Pertica, Mal, Mezzoni, Minardi, Vano, Ubaldi. All. Sassarini
Arbitro: Caldera di Como
Ammoniti: Vano, Ponsi

Il Modena non si ferma più, anzi, più aumentano le difficoltà e gli inciampi (vedi il Covid che ha colpito 2 giocatori e gli infortuni) più la squadra si compatta e unisce le forze. I problemi hanno rafforzato la volontà di ribellarsi, messa in campo con positività in queste ultime partite. Oggi il Modena si è addirittura superato, segnando sei gol alla Pistoiese, con uno Scarsella incontenibile (tre gol, un assist) attorno al quale hanno girato al meglio centrocampo e attacco. La difesa ha subito pochissimo, anche l’infortunio dopo 5′ di Silvestri è stato ammortizzato al meglio, con Ciofani in grado di cambiare ruolo senza che il reparto accusasse scompensi. Oggi il Modena per la verità è stato aiutato dagli errori e dalle incertezze degli arancioni, molli in tutti i contrasti. Un gol è stato regalato, anche sul secondo ci sono delle responsabilità gravi dei toscani, ma questo non deve togliere nulla ai meriti di un Modena entrato in campo con la ferocia agonistica di chi vuole chiudere la più presto la pratica. E c’è riuscito, perchè dopo mezz’ora la gara era già virtualmente chiusa. La giornata di per sè indimenticabile è diventata quasi storica in virtù dei risultati dagli altri campi, quelli della Reggiana (per due volte sotto e in grado di pareggiare alla fine) e del Cesena, superato per 3-1 dall’Entella. La ripresa, con il Modena che aveva chiuso la partita, è trascorsa a guardare i cellulari per sapere cpsa stava facendo la Reggiana: un turbillon di gol e cambi di risultato che per un po’ ha fatto sperare i tifosi di avere il Modena primo da solo, specie quando i granata sono andati sotto di due gol. Alla fine al Mapei è arrivato un pareggio che consente comunque ai gialli di essere primi in classifica, anche se in coabitazione. la rimonta è completata, adesso si riparte alla pari, in attesa che il 9 gennaio si giochi lo scontro diretto per stabilire chi è più forte. la giornata dei sei gol, del pareggio della Reggiana, del primo posto in classifica, è anche la giornata del record: otto vittorie consecutive, proprio come il Modena di De Biasi nell’anno della promozione dalla C alla B. la speranza è che la storia si ripeta e che il Modena di Tesser possa diventare la ‘Longobarda 2’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.