EPIFANIA CON LE CARICATURE DI UMBERTO TIRELLI IN SAN PAOLO


(“Caricature per un teatro della vita”, uno degli ex libris realizzati da Umberto Tirelli)

Giovedì 6 gennaio la mostra è aperta dalle 10 alle 19. A partire dal giorno di festa un omaggio speciale per ogni visitatore: un ex libris originale stampato negli anni Trenta

Un’autocaricatura di Umberto Tirelli che impugna il temibile pennino pronto a “colpire” e che riporta uno degli slogan preferiti del caricaturista: “Quanto più brutto tanto più bello”. È uno dei soggetti degli ex libris originali, realizzati dall’artista negli anni Trenta del Novecento, che i visitatori della mostra “Umberto Tirelli. Caricature per un teatro della vita” riceveranno come omaggio a partire dalla festa dell’Epifania, giovedì 6 gennaio, quando la mostra allestita nell’ex chiesa di San Paolo, in via Selmi 63, sarà aperta con orario continuato dalle 10 alle 19. La mostra sarà aperta negli stessi orari per tutto il fine settimana che conclude le feste natalizie: venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 gennaio.

L’esposizione, che nei circa dieci giorni di apertura ha registrato più di cinquecento visitatori con una punta nel fine settimana dell’1 e 2 gennaio, è curata dal Museo civico a 150 dalla nascita di Umberto Tirelli e raccoglie oltre duecento opere realizzate dall’artista modenese tra disegni, maschere, sculture e il grande Teatro nazionale delle teste di legno con il suo “cast” di burattini di grandi dimensioni.

Gli ex libris, etichette realizzate a stampa che si applicano sui libri per indicarne il proprietario, hanno dimensioni e soggetti diversi e sono ornati da motti ironici e figure caricaturali ideate dall’artista modenese. Offerti da Mauro Zanichelli, principale proprietario delle opere esposte e donatore del fondo Tirelli al Museo Civico, gli ex libris saranno donati, uno per ciascun visitatore, fino a esaurimento dei circa mille esemplari disponibili.

Da venerdì 7 gennaio e fino al 25 aprile la mostra “Umberto Tirelli. Caricature per un teatro della vita”, realizzata con il patrocinio del Resto del Carlino e con il sostegno di Assicoop, sarà aperta il venerdì, sabato e domenica con orario continuato dalle 10 alle 19. Il biglietto d’ingresso costa 6 euro (ridotto 4 euro). Da metà gennaio, inoltre, prenderà il via il programma di appuntamenti per famiglie, adulti e scuole.

Ad accompagnare l’esposizione un catalogo pubblicato per Sagep editori di Genova, con contributi di Stefano Bulgarelli, Fabio degli Esposti, Giacomo Pedini, Rinaldo Rinaldi, Cristina Stefani, Giuseppe Virelli. Il catalogo ha un prezzo di copertina di 28 euro, ridotto, in occasione della mostra a 25 euro.

Per informazioni: tel. 351 0490959; mostratirelli@comune.modena.it; www.museocivicomodena.it; Facebook e Instagram: @museocivicomodena

AL MUSEO CIVICO VISITA GUIDATA A “CONNESSIONI”

La mostra della collezione di gioielli di Gigi Mariani aperta fino a domenica 9 gennaio. Nell’ultimo weekend festivo aperti anche la Galleria estense e le mostre di Fmav

Una visita speciale nella festa dell’Epifania alla mostra di gioielli “Connessioni. Gigi Mariani per i 150 anni del Museo civico” allestita al Museo civico di Modena. Giovedì 6 gennaio, infatti, l’orafo accompagnerà il pubblico in un suggestivo percorso “in chiaroscuro” lungo le sale illuminate da una luce soffusa e da raggi luminosi che renderanno protagonisti i gioielli ispirati agli oggetti esposti nelle raccolte archeologiche, etnologiche e artistiche del Museo. Al termine, in base al numero dei partecipanti, sarà possibile anche visitare il laboratorio-studio di Gigi Mariani, a poca distanza dal Museo. La visita guidata è aperta a un massimo di 15 persone, l’ingresso è gratuito (per prenotarsi, tel. 059 203 3125 e palazzo.musei@comune.modena.it).

Quello dell’Epifania sarà l’ultimo fine settimana di apertura per la mostra “Connessioni”, che sarà visitabile fino a domenica 9 gennaio così come “Un progetto per Dante. Il monumento di Giacomo Masi e Giuseppe Graziosi”, l’esposizione allestita alla Gipsoteca Graziosi (al piano terra di Palazzo dei Musei) che presenta l’opera ambiziosa di uno scultore e un architetto, Giuseppe Graziosi e Giacomo Masi, che progettarono tra il 1895 e il 1900 un monumento in marmo dedicato al genio e alla gloria di Dante.

Nel fine settimana che si porta via le feste natalizie, al Museo civico si può visitare anche la mostra “Primordi. La riscoperta della raccolta del Paleolitico francese del Museo Civico di Modena”, allestita nella sala dell’Archeologia al terzo piano del Palazzo dei Musei, in largo Sant’Agostino.

Il Museo Civico sarà aperto con orario festivo giovedì 6 gennaio, dalle 10 alle 19, venerdì 7 con orario feriale dalle 9 alle 12 e nel fine settimana sabato e domenica nuovamente dalle 10 alle 19, sempre ad ingresso gratuito (www.museocivicomodena.it).

Per la festa dell’Epifania e nel fine settimana dell’8 e 9 gennaio, sempre in largo Sant’Agostino si può visitare anche la Galleria estense che giovedì 6 e domenica 9 gennaio è aperta con orario festivo dalle 10 alle 18, mentre venerdì 7 e sabato 8 gennaio si può visitare dalle 8.30 alle 19.30; ingresso 6 euro a persona (www.gallerie-estensi.beniculturali.it).

Sulla facciata di Ago Modena fabbriche culturali fino al 9 gennaio sarà visibile lo spettacolo di mapping “Trame”, a cura di Delumen, con repliche ogni 30 minuti dalle 17.30 alle 23. Dalle 19 (le 17.30 il sabato e la domenica) alle 21, lo spettacolo sarà accompagnato da musiche originali.

Aperte per le feste anche le mostre di Fmav (Fondazione Modena Arti Visive): a Palazzo Santa Margherita, in corso Canalgrande 103, si può visitare la mostra “Luca Pozzi. Hyperinascimento”; al Museo della figurina “Figura” la videoinstallazione interattiva e multimediale, ideata da auroraMeccanica; alla Palazzina dei Giardini, la mostra “Paolo Cirio. Monitoring control”. Tutte le mostre sono aperte dal mercoledì al venerdì dalle 11 alle 13 e dalle 16 alle 19; giovedì 6 gennaio, apertura straordinaria con orario festivo dalle 11 alle 19; stesso orario anche sabato 8 e domenica 9 gennaio. Ingresso 6 euro (www.fmav.org).

“Brick Art”, la mostra realizzata con i mattoncini Lego, nella chiesa di San Carlo, in centro storico, è aperta dal martedì alle domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 19.30. Ingresso 10 euro (https://mostrabrickart.it).

Il Mef, Museo Enzo Ferrari a Modena e il Museo Ferrari a Maranello sono aperti tutti i giorni dalle 10 alle 18. Ingresso 17 euro, o con biglietto Ferrari Pass per entrambi i musei a 24 euro (www.ferrari.com/it-IT/museums).

La Casa Museo Luciano Pavarotti, in stradello Nava 6, è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 18 (ultima visita consigliata, 17.15 ). Ingresso 10 euro.

L’ufficio Iat Informazione e Accoglienza turistica di Modena, in Piazza Grande 14, è aperto tutti i giorni, dalle 9.00 alle 18.00 (dalle 9.30 nei festivi). Tel. 059 203 2660 info@visitmodena.it. Per approfondimenti, informazioni e aggiornamenti www.visitmodena.it.

GHIRLANDINA E SITO UNESCO APERTI NEL WEEKEND

Aperture straordinarie il 6 gennaio di Torre civica, sale storiche del Palazzo comunale, Acetaia e Nuovo Diurno. Visite guidate alla scoperta del centro storico

Visite straordinarie per la festa dell’Epifania alla Ghirlandina e al sito Unesco di Modena, con piazza Grande, il Duomo e il Palazzo comunale fino al Nuovo Diurno, che accolgono i visitatori, nel rispetto delle misure di sicurezza e con Green pass, giovedì 6 gennaio e per tutto il fine settimana che conclude il periodo natalizio.

Sulla Ghirlandina si può salire nel giorno della Befana, giovedì 6 gennaio, sabato 8 e domenica 9 gennaio con l’orario festivo, dalle 9.30 alle 18.30. Venerdì 7 gennaio, invece, la Torre civica sarà aperta dalle 9.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 17.30. Si accede con prenotazione dell’orario di ingresso su visitmodena.it. Ingresso 3 euro.

Le Sale storiche di Palazzo comunale in piazza Grande sono visitabili giovedì 6 gennaio con orario festivo e ingressi contingentati (con prenotazione obbligatoria sul sito vistimodena.it) alle 15.15; 16; 16.45; 17.30; 18.15. Stessi orari anche domenica 9 gennaio, mentre venerdì 7 gennaio sono aperte dalle 9 alle 18 e sabato 8 dalle 13 alle 15. La domenica e i festivi, la visita ha un costo di 2 euro a persona.

L’Acetaia comunale è aperta con visite guidate su prenotazione (attraverso il sito visitmodena.it) giovedì 6 gennaio con ingressi alle 10.30; 11.30; 15.30; 16.30; stessi orari anche sabato 8 e domenica 9 gennaio, mentre venerdì 7 gennaio le visite sono alle 15.30 e alle 16.30. Ingresso 2 euro.

Il Nuovo albergo diurno, in piazza Mazzini, si può visitare giovedì 6 gennaio, sabato 8 e domenica 9 gennaio dalle 9.30 alle 19; venerdì 7 gennaio sarà aperto, invece, dalle 9.30 alle 13 e dalle 15 alle 19.

I Musei dei Duomo in via Lanfranco sono aperti dal martedì alla domenica con il consueto orario, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18, ma rimangono chiusi il giorno dell’Epifania. (www.museidelduomodimodena.it).

Giovedì 6, sabato 8 e domenica 9 gennaio l’ufficio Informazione e accoglienza turistica organizza il Modena city tour, una passeggiata di circa un’ora e mezza alla scoperta del centro storico della città accompagnati da una guida locale. Orari e prenotazioni su visitmodena.it; la visita costa 10 euro a persona.

L’Ufficio Iat (Informazioni e accoglienza turistica, tel. 059 2032660) di piazza Grande 14 sotto i portici di Palazzo Comunale, è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 18, domenica e nei festivi dalle 9.30 alle 18. Informazioni on line (www.visitmodena.it).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.